Viterbese – Catanzaro 2-2, pagelle e sintesi commentata

LE PAGELLE (a cura di Raffaele Pedullà)

Furlan 5,5 Non ha avuto neanche il tempo di riscaldarsi nell’arco di quasi tutta la gara :il suo è un compito di ordinaria amministrazione. Ma nel finale Polidori su rigore e Atanasov con un colpo di testa lo beffano inesorabilmente.

Riggio 5 Spreca tutto quel di buono fatto nell’ arco della gara nei minuti di recupero dove Atanasov vince il duello aereo e realizza l’insperato pareggio per la Viterbese.

Celiento 6 Difende con ordine dal so out nonostante il forcing della Viterbese.

Nicoletti 6 In una veste grintosa insolita non lascia spazio a preziosismi inutili il suo approccio agonistico e appropriato.

Signorini 4,5 Iniziale spavento per un malore ma fortunatamente si riprende; la sua è una giornata negativa provoca il rigore scalciando Zerbin con la conseguente seconda ammonizione nei suoi confronti, lascia le Aquile in nove il preludio di tre punti buttati.

Casoli 5 Episodi condannano la sua prestazione al’87’ha l’opportunità di battere a rete per il possibile tre ad uno delle Aquile ma si lascia anticipare da un difensore,in pieno recupero da un suo lancio sbagliato scaturisce il gol del pareggio della Viterbese.

De Risio 6 Primo tempo all’altezza delle aspettative fa rispettare la sua caratura a centrocampo, nella ripresa cala vistosamente sovrastato dalla squadra padrone di casa.

Maita 4,5 Certe partite si vincono con scaltrezza e testa laddove l’episodio favorevole le condiziona inesorabilmente; invece  capitan Maita il lume della ragione lo perde per troppo nervosismo inspiegabile si lascia espellere come un acerbo centrocampista alle prime esperienze.

D’Ursi 6,5 Forma insieme a Fisch una delle coppie di attacco più forti del campionato oggi si  trovano a meraviglia segna al 69’il gol del raddoppio con un assist del suo compagno già citato, ma fallisce la terza marcatura spedendo sopra la traversa un pallone a pochi passi dalla porta.

Bianchimano 6 Meno protagonista del dei due indiavolati attaccanti giallorossi ma efficace provoca l’ espulsione di Rinaldi che gli rifila una gomitata.

Fischnaller 7,5 Delizia gli spettatori con una punizione che finisce nel sette traiettoria imparabile per il portiere carica d’effetto, fornisce l’assist a D’Ursi dopo una magia culminata in un dribbling secco che disorienta la difesa laziale, in forma play-off prestazione da stropicciarsi gli occhi.

Eklu 6 Dal 66’ minuto in campo al posto di Bianchimano, cerca di dare una mano al Catanzaro rimasto orfano di Maita per la sua espulsione si fa notare con una conclusione forte al 90’minuto che il portiere avversario respinge con difficoltà.

Figliomeni s.v. Dal 77’ in campo al posto di D’Ursi.

Statella s.v. In campo dal 84’ minuto al posto di Fishnaller.

Auteri 5,5 Il Catanzaro ha buttato l’ennesima vittoria causa errori di singoli che vanificano gli episodi favorevoli alle Aquile. Inspiegabile la sofferenza nel secondo tempo in superiorità numerica aspetto che il mister deve approfondire, il crollo si è verificato ad un quarto d’ora dalla fine  con l’errore di Signorini causa il rigore e la sua conseguente espulsione Aquile in nove in balia di una Viterbese che riesce ad agguantare un pareggio insperato

redazione Calabria 7

Fonte