Vibonese-Catanzaro 0-0: pagelle, sintesi e tabellino

Turno infrasettimanale

 

LE PAGELLE a cura di Raffaele Pedullà

Furlan 7 Il migliore della squadra giallorossa quest’oggi non che la Vibonese abbia attaccato più di tanto ma in due interventi prodigiosi ha evitato guai peggiori.

Celiento 5,5   Un gol annullato sulla fine del primo tempo per fuorigioco,  non riesce a ripetere la prestazione gloriosa domenicale chiude la gara a nervi tesi conquistando un ammonizione.

Riggio 5 Stralunato disattento disorientato in alcune circostanze più volte ha sbagliato qualche passaggio mettendo a rischio la retroguardia.

Nicoletti 5,5 Benino difensivamente in fase di proposizione la sua posizione arretrata lo distoglie da qualsiasi eventuale velleità offensiva.

Statella 6 Sufficienza raggiunta a fatica anche lui quest’oggi non riesce ad essere incisivo sulla fascia di competenza a volte a sua discolpa in alcune occasioni non è stato servito dai compagni Ciccone in primis.

Maita 5,5  Al rientro fresco del turno di squalifica scontato poteva dare qualcosa in più ma oggi non è in condizione per fare la differenza, ha perso un po’ di smalto.

Iuliano 6 Non disdegna impegno in una gara inizialmente dai toni agonistici alti poi man mano allenta la morsa e non riesce a imporsi come al solito.

Favalli 5,5  Latitano i suoi soliti spunti non riesce mai ad aver la meglio sugli avversari ma in compenso non si lascia mai superare .

Fishnaller 6  Ha due occasioni per continuare a segnare al 20° minuto il tiro finisce a lato cinque minuti più tardi l’occasione e ghiotta ma spinto da un avversario in equilibrio precario non riesce a dare traiettoria e forza al tiro controllato da Mengoni.

D’Ursi 5,5 Ha il merito di far fare un figurone ai difensori vibonesi che lo controllano senza soffrire la sua solita vivacità.

Ciccone 5 Ha una voglia matta di gonfiare la rete ma non giova alla sua prestazione che risulta egoistica e penalizzante nei confronti del gioco corale della squadra, per ben due volte con Statella libero di affondare in area preferisce la conclusione a rete da posizione improbabile e dall’esito da dimenticare.

Giannone 6 Dal 63’ minuto al posto di Fishnaller, non riesce a incidere anche se dalla sua entrata il minutaggio del gioco effettivo è veramente scarso.

Bianchimano 6 Entra al 63’minuto al posto di Ciccone esordisce in maglia giallorossa inizialmente un po’ disorientato ma all’85 minuto fa vedere cosa può dare alle Aquile con un colpo di testa di poco a lato

De Risio s.v. Entra al 70’minuto al posto di Maita l’ ammonizione in avvio limita la sua esuberanza

Posocco s.v. Dal 82’ minuto al posto di  D’Ursi

 

Auteri 5,5 L’ ambizione è quella ormai di accorciare il distacco sulla Juve Stabia il Catanzaro ha l’obbligo di vincerle tutte. Oggi la squadra che domenica ha annichilito il Rende non aveva la stessa fame, ci si è troppo presto nell’arco della gara rassegnati ad un pareggio senza azzardare più di tanto una superiorità tecnica delle Aquile sovrastata dall’ agonismo vibonese. I cambi del mister non hanno portato beneficio l’inerzia della gara non è cambiata un occasione sprecata per rosicchiare due punti alle vespe fermate quest’oggi dal Potenza.

TABELLINO

VIBONESE: Mengoni, Finizio (40’st Collodel), Malberti, Camilleri, Tito, Prezioso (37’st Silvestri), Obodo, Scaccabarozzi, Melillo, Allegretti (15’st Taurino), Bubas Allenatore: Orlandi

CATANZARO: Furlan, Celiento, Riggio, Nicoletti, Statella, Maita (23’st De Risio), Iuliano, Favalli, Fischnaller (17’st Giannone), Ciccone (17’st Bianchimano), D’Ursi (37’st Posocco).  Allenatore: Auteri

Arbitro: De Santis di Lecce

Note: Spettatori 3500 Ammoniti: Nicoletti, Bubas, Prezioso, De Risio, Celiento