US: arriva l’esterno D’Ursi, dodicesimo rinforzo

Intanto è caos sul campionato

Sale a quota 12 il numero degli acquisti dell’US Catanzaro 1929 che, attraverso una nota stampa, apparsa sul proprio sito ufficiale, annuncia l’ingaggio di Eugenio D’Ursi (Foto: Corriere di Arezzo). Il classe ’95 arriva dal Bisceglie e, nelle scorse ore, ha firmato un contratto triennale con la società giallorossa. Napoletano doc, nasce calcisticamente nell’Aversa Normanna, con la quale dal 2013 al 2015 totalizza tre presenze e nessuna rete. Nel 2016 passa in D, al Marcianise e le cose vanno meglio. Scende in campo 16 volte, siglando 2 reti e svariati assist. Uno score niente male per il giovane esterno che, un anno dopo, torna all’Aversa Normanna. Questa volta con i granata realizza 5 reti in 35 gare, guadagnandosi la chiamata dell’Arezzo in Serie C. Con i toscani, in un anno e mezzo, da giugno 2016 a gennaio 2018, totalizza 24 presenze e 3 gol. Uno score, tutto sommato niente male per D’Ursi, il quale riceve la chiamata del Bisceglie, società che crede subito in lui. In Puglia, infatti, fa benissimo: 13 partite e 7 marcature. Giocatore agile e dotato di una buona tecnica, farà sicuramente comodo a mister Auteri soprattutto per la sua duttilità. Il 23enne campano può essere impiegato a destra, a sinistra e come seconda punta. Per quanto concerne le cessioni, invece, la Viterbese ha offerto un biennale a Saveriano Infantino. L’attaccante, in uscita dal Catanzaro, dunque, è vicino a raggiungere l’ex compagno De Giorgi ed a indossare la casacca gialloblu.

RIEPILOGO MOVIMENTI UFFICIALI US CATANZARO 1929

Acquisti: Golubovic (P) dal Matera; Statella (C) dalla Ternana; Posocco (C) dalla Spal; Giannone (A) dal Pisa; Figliomeni (D) dal Foggia; Riggio (D) dal Crotone; Nicoletti (D) dal Crotone, Eklu (C) dalla Spal, Fischnaller (A) dall’Alessandria, Signorini (D) dalla Ternana, Iuliano (C) dal Blotev Plovdiv, D’Ursi (A) dal Bisceglie.

Cessioni: De Giorgi (D) alla Viterbese

SERIE C, CHE CAOS! – Con un documento inviato al presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, al presidente del Coni Giovanni Malagò e al commissario della FIGC Roberto Fabbricini, ben tredici presidenti di altrettante squadre di Serie C, Girone C (Catanzaro, Viterbese, Rieti, Juve Stabia Casertana, Monopoli, Potenza, Vibonese, Reggina, Trapani, Sicula Leonzio, Francavilla e Paganese ndr) , nel pieno rispetto delle regole hanno chiesto l’esclusione dal campionato di terza serie di quelle squadre che non hanno i requisiti previsti. “Ci auguriamo davvero – scrivono i presidenti –  che da parte della Federcalcio ci sia l’intenzione di operare ascoltando  l’opinione di chi tiene in vita le società calcistiche della “terza serie”,  vero motore di tutto il sistema. In caso contrario – concludono –  saremo costretti ad agire di conseguenza con iniziative di protesta eclatanti, tra le quali anche il ritiro delle nostre squadre dal campionato”. Dunque è caos intorno alla Serie C. Un caos generato dal blocco dei ripescaggi in Serie B voluto dal presidente della Lega cadetta, Mauro Balata, e dal Bari, il quale, ancora oggi, sta chiedendo insistentemente la riammissione nella terza serie.