Troppi errori arbitrali contro l’Uesse [VIDEO]

Un quarto posto in classifica solitario con 24 punti. Uno score che soddisfa moderatamente il Catanzaro, reduce dall’amaro pareggio casalingo contro la Cavese. Una posizione che poteva essere migliore se solo qualche palla fosse entrata nella rete avversaria e se i vari direttori di gara avessero deciso correttamente su alcuni episodi. 

Il Catanzaro è una squadra della Serie C già troppo penalizzata dalle decisioni arbitrali.  Ai giallorossi mancano infatti 6-7 punti che avrebbero potuto proiettare le Aquile a ridosso del vertice.

Senza fare dietrologia, e ben sapendo che ogni partita ha la sua storia, ecco i fatti incriminati:

4^ giornata Casertana-Catanzaro 2-1: al 30° del primo tempo rigore dubbio per i campani, fischiato dal signor Sozza di Seregno per fallo di mano involontario di Signorini. Il risultato era sull’1-0 per il Catanzaro.

5^ giornata – Catanzaro-Reggina 1-0: Dopo 15 minuti dall’inizio del match, l’amaranto Mastrippolito stende Kanoute lanciato a rete. Sarebbe espulsione, ma l’arbitro Annaloro della sezione di Collegno decide solo per l’ammonizione. Al 23° annullato il vantaggio giallorosso, per presunto fuorigioco di Ciccone.

7^ giornata – Catanzaro-Juve Stabia 0-3: Dopo 35 secondi (1) di gioco, negato un evidente calcio di rigore al Catanzaro per un plateale tocco di braccio di Lisi (su cross di Statella) che il direttore di gara, il signor Zufferli di Udine, non vede. Al 79°, Paponi commette fallo su Maita, ma anche qui l’arbitro decide di non fischiare, e la Juve Stabia segna il terzo gol.

10^ giornata – Catanzaro-Bisceglie 1-1: Nel finale, altra rete annullata alle aquile per presunto offside di Celiento. Dalle immagini il gol sembra regolare. Sarebbe stato il 2-1 giallorosso. Arbitro era Robilotta di Sala Consilina.

11^ giornata – Catania-Catanzaro 0-2: Il direttore di gara, De Angeli di Abbiategrasso non vede un netto fallo in area di rigore etnea al 25° per una cintura subita da Celiento. Il risultato era di 1-0 in favore dei giallorossi.

14^ giornata – Catanzaro-Cavese 1-1: Sull’1-0 per i campani, al 51°, il colpo di testa di Giannone finisce sul braccio largo del difensore ospite Inzoudine (VEDI FOTO DI LORENZO COSTA), ma Meleleo di Casarano fa proseguire tra l’incredulità del pubblico.

E’ vero che anche in serie A dove impera il VAR gli errori sono frequenti ed ancora più eclatanti davanti a cotanta tecnologia; ma è altrettanto doveroso pretendere le migliori capacità della classe arbitrale in uno stadio e davanti ad una piazza che vogliono e devono tornare ai livelli che gli competono. Con errori al minimo da parte di tutti, anche e soprattutto dei direttori di gara e loro assistenti.