Rende-Catanzaro 1-0, le pagelle (magre) dei giallorossi

Golubovic, Riggio e Fischnaller tra i più positivi

LE PAGELLE  – a cura di Raffaele Pedullà

Golubovic 6,5 Sicuro nelle uscite disinnesca i calci d’angoli rendesi, al 41’ un uscita impavida ma efficace su Vivacqua salva il risultato,nulla può al minuto 85’ Gigliotti lo batte a tu per tu con un fendete laterale imparabile.

Celiento 5 Poco propositivo senza mordente l’assist di Goretta lo beffa la palla passa tra lui e Riggio .

Nicoletti 6 Dal suo versante il Catanzaro è più dinamico cerca di attaccare con continuità anche se non trova lo sprint vincente.

Riggio 5,5 Un ottima prestazione vanificata da un black-out finale Gigliotti gli sfugge via e questa volta perde l’unico duello contro gli attaccanti rendesi della serata, purtroppo gli è fatale. Episodio che sancisce una clamorosa sconfitta.

Pambianchi 5 Partita da ex sarà l’emozione ma sbaglia appoggi elementari che grazie ai suoi compagni di squadra non sortiscono effetti eclatanti,l unica cosa che conquista è un ammonizione al minuto 38’.

Statella 5,5 Statico incapace di saltare l’uomo caratteristica a lui congeniale, Auteri gli concede 77’minuti che lui ripaga con una prestazione sottotono.

Maita 6 L’unico capace di gestire il pallone a centrocampo e tenere testa all’aggressività del Rende,provoca l’ammonizione di Giannotti, predica nel deserto totale.

Iuliano 5 Partita anonima sopraffatto in dinamismo e grinta non riesce a tagliarsi un suo spazio.

D’Ursi 5 L’ ex Sabato annulla completamente ogni sua iniziativa fin quando rinuncia anche a provarci,viene sostituito al minuto 54’.

Ciccone 6 Prova a creare scompiglio ma trova la conclusione solo al minuto 47’,si fa apprezzare per la sua generosità.

Fischnaller 6 Autore del tiro più pericoloso delle Aquile al minuto 5’ma s’infrange sul palo,ci riprova alla mezz’ora ma la sua conclusione si perde di poco a lato, sostituito al 54’minuto.

Kanoute  5.5 Dal 54 minuto al posto di D’Ursi solo un cross respinto dalla difesa avversaria al minuto 70’,

Giannone 6 Entra al 54 minuto al posto di Fischnaller,fà vacillare subito le certezze di Sabato che non riesce ad arginarlo beccandosi un ammonizione,sue le uniche conclusioni della ripresa del Catanzaro ma non sortiscono gli effetti sperati.

De Risio s.v. In campo dal 77’ minuto al posto di Statella

Repossi s.v. Dall’ 89’ minuto al posto di Iuliano.

Auteri 5 Cambiano gli interpreti ma non la sconfitta al Lorenzon anche in questa stagione. Il Catanzaro seppur specie nel primo tempo gioca un calcio più schematico e propositivo non riesce a trovare la via della rete,escluso il palo  le azioni gol latitano e diventano chimera nella seconda frazione di gioco. Il Rende ci ha creduto di più e ha trovato la vittoria con i cambi azzeccati da Modesto con Goretta assist-man e Gigliotti giustiziere della gara e delle ambizioni del Catanzaro.

(nella foto copertina di Romana Monteverde l’attaccante Fischnaller, il più pericoloso del Catanzaro)