Pareggio in trasferta per l’Ecosistem Lameziasoccer

Chiude con un pareggio in trasferta, sul campo dell’Arcobaleno Ispica, il girone di andata l’Ecosistem Lameziasoccer che così chiude il girone ascendente a quota 20 punti in classifica con il terzo posto dietro le corazzate Città di Cosenza e Pro Nissa ma davanti ad formazioni molto forti come Bovalino, Pol. Futura e Gear Sport. Un bottino che nel complesso sicuramente fa felice il clan orange che intravede la metà della salvezza a portata di mano. Nell’ultima di andata però, la formazione di Bebo Carrozza, deve recriminare con se stessa per non essere riuscita a portare a casa l’intera posta in palio dal Palasport di Rosolini (dove si è giocata la gara) pur essendo andata per due volte in vantaggio. Si è avuta l’impressione che la squadra si sia accontentata del punticino e non abbia forzato la mano più di tanto per non rischiare contro una formazione che aveva più bisogno dei lametini di mettere punti salvezza in cascina essendo al terz’ultimo posto in classifica. Nel primo tempo Iozzino e compagni dopo essere passati in vantaggio, con una bella rete di Brandonisio, hanno dato l’impressione di poter chiudere la gara ma hanno mancato di determinazione sottoporta con diverse occasioni sprecate con tiro messi fuori o addosso al portiere. Dall’altra parte l’Ispica non è stata a guardare ed ha fatto il suo gioco cercando di rispondere colpo su colpo agli orange ma senza dare l’impressione di poter mettere sotto gli avversari. In chiusura della prima frazione arrivava il pareggio dei padroni di casa che approfittando di una smagliatura nella difesa lametina trovavano il gol con un’autorete di Mantuano sfortunato a deviare nella propria porta un pallone destinato comunque in fondo al sacco, visto che alle spalle aveva un’avversario pronto ad approfittare dell’occasione. Nel secondo tempo era ancora l’Ecosistem a passare in vantaggio dopo soli tre minuti con Iozzino, alla sua settima rete in sette partite diverse, ma erano gli avversari a sembrare più determinati dei lametini. Gara più equilibrata con azioni da una parte e dall’altra e padroni di casa che quando mancano oltre sei minuti alla fine si giocano il quinto uomo. A questo punto iniziano sofferenze per Morelli e compagni che rischiano di subire il pareggio in più di una occasione ed alla fine arriva con l’Ispica che manda in gol il giocatore, Lupo, con la maglia del portiere di movimento. Il finale riserva ancora qualche emozione con l’Ecosistem che a sua volta mette dentro il quinto di movimento ma rischia tantissimo con i padroni di casa che colpiscono il palo nell’ultima azione della gara.

Redazione Calabria 7

      © Riproduzione riservata.

Fonte