Le avversarie del Catanzaro ai raggi X: la Casertana

Vigilia della quarta di campionato

Una vittoria e due pesanti ko (contro Rieti e Bisceglie) che hanno provocato mugugni della tifoseria. La Casertana, da molti considerata tra le favorite per la promozione diretta in Serie B, non sta attraversando un momento facile. Solo tre punti in graduatoria in altrettante gare rappresentano un bottino magro per chi punta alla cadetteria.

CORAZZATA – Il presidente Giuseppe D’Agostino, insieme al diesse Aniello Martone, non hanno badato a spese per ottenere la promozione in Serie B. Sotto questo punto di vista, luglio e agosto, sono stati scoppiettanti in virtù del tris D’Angelo, Zito, Vacca, acquistati per il centrocampo. In avanti, Castaldo e Floro Flores hanno fatto il resto. In porta, Russo, Adamonis e Zivkovic assicurano sicurezza. La difesa, finita nell’occhio del ciclone nelle ultime due partite, non può contare su elementi del calibro di Blondett, Pasqualoni, rispettivamente fuori per squalifica e infortunio. Importanti anche le conferme di Padovan, Alfageme e Pinna. Per una squadra dall’età media di 25,7 anni, la gara contro il Catanzaro è fondamentale.

PANCHINA TRABALLANTE – Per Gaetano Fontana, catanzarese doc, il match di domani pomeriggio è decisivo per salvare la sua panchina. Un risultato diverso dalla vittoria potrebbe essere fatale per il tecnico che, già lo scorso anno, fu esonerato dal Cosenza dopo un avvio di campionato da incubo. Ingaggiato per essere l’allenatore della promozione, Fontana sta deludendo le attese. E l’ombra di Eziolino Capuano, inizia ad allungarsi.

PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2) – Russo, Rainone, Vacca, De Marco, D’Angelo, Castaldo, Squillante, Pinna, Padovan, Ferrara, Mancino.

Credits photo: Casertanafc.it