Le avversarie del Catanzaro ai raggi X: il Catania

Vigilia della decima di campionato

E’ una delle favorite per la vittoria finale e, dopo i numerosi ricorsi per essere ammesso in B (respinti) si è tuffato nel campionato di Serie C per ottenere un risultato che tutto l’ambiente desidera da tempo. Il Catania, insieme a Casertana e Trapani, è la corazzata del girone C. Fino a questo momento, i siciliani hanno ottenuto 17 punti grazie alle vittorie inanellate contro Rende, Vibonese, Trapani, Paganese e Siracusa. Solo una sconfitta, rimediata a Potenza, e due pareggi contro Monopoli e Casertana.

SQUADRA DA CADETTERIA – Il direttore Pietro Lo Monaco ha costruito una rosa dal valore di 6 milioni di euro. Alle pendici dell’Etna sono arrivati elementi di categoria superiore come Silvestri, Lovric, Scaglia, Baraye, Calapai, Ciancio, Rizzo, Llama e Marotta. Da ricordare anche i molti giovani interessanti e le conferme degli ex giallorossi Pisseri e Bucolo oltre a Biagianti, Lodi e Curiale, un lusso per la Serie C. Una squadra, dall’età media di 26,5 anni, che non si nasconde per centrare l’obiettivo della Serie B.

UN SERGENTE IN PANCA –  Andrea Sottil, sin da calciatore, era un sergente con la S maiuscola. Una qualità, come la definiscono molti, visibile anche in panchina. Dopo aver ottenuto la promozione in B con il Livorno, l’ex difensore di Genoa e lo stesso Catania, tra le altre cose, è stato ingaggiato dal club rossazzarro per abbandonare la terza serie professionistica del calcio italiano. Il suo modulo? Un 4-2-3-1 che esalta gli esterni e l’unica punta.

PROBABILE FORMAZIONE  (4-2-3-1) – Pisseri, Calapai, Aya, Silvestri, Ciancio, Bucolo, Biagianti, Scaglia, Lodi, Curiale, Marotta 

Credits photo: Pagina Facebook “Calcio Catania”