J. Stabia-Catanzaro 0-0: le pagelle e la sintesi filmata

LE PAGELLE a cura di Raffaele Pedullà

Furlan 6,5 Nessun emozione e timore di un Menti gremito, affidabile in due interventi nel secondo tempo quando è chiamato in causa respinge il tiro di Melara al 65’minuto,al 78’ si ripete disinnescando un tiro insidioso di Elia .

Celiento 6 Duella con Paponi facendosi rispettare a volte anche con interventi al limite del regolamento,al 49’minuto blanda la marcatura su Carlini fortuna che il suo colpo di testa termina di poco alto sulla traversa.

Figliomeni s.v. Dopo dieci minuti uno strappo muscolare lo mette k.o.

Riggio 6,5 Convincente e autoritaria la sua prova riesce a domare senza mai soffrire gli attacchi delle vespe.

Favalli 6 Sempre alta la sua pressione per impedire la costruzione del gioco avversario,non risparmia energie esce a dieci minuti dal termine stremato.

Statella 6  Tiene in apprensione sul suo out la retroguardia stabiese che si accontenta di limitare le sue velleità offensive senza mai ripartire con convinzione.

Maita 7,5 In questa gara è lui il migliore in campo chiamatelo padrone gigante ma non è altro che il degno capitano del Catanzaro,con una magia nel primo tempo fornisce a D’Ursi un assist al bacio sprecato dalla giovane punta giallorossa, annichilisce Carlini e tutto il centrocampo delle vespe, i riflettori sono solo per lui motore di un gioco spumeggiante catanzarese.

Iuliano 6,5  Corsa e forza al servizio della squadra si amalgama perfettamente alla qualità del suo collega di reparto e insieme comandano il gioco in terra campana.

Casoli 6,5 Esperienza e astuzia tecnico-tattica in una gara di cartello,apporto discreto e utile.

Ciccone 6 In due circostanze prova a trovare la via della rete da posizioni proibitive non ha  fortuna tuttavia da tutto quel che può alla causa.

D’Ursi 5,5 Non da punti di riferimento muovendosi in ogni fronte d’attacco giallorosso ma quando Maita al minuto 38’ gli fornisce un assist simile ad un rigore in movimento lo sbaglia inesorabilmente.

Signorini 6,5 Dal 12’minuto al posto di Figliomeni,sfodera la sua migliore prestazione proprio in una gara così decisiva perfetto in ogni chiusura

Giannone 4 Dal 64’ in campo al posto di Ciccone, entra con il piglio giusto ed è bravissimo a conquistarsi un calcio di rigore che lui stesso con superbia pensando al suo ego personale foto, copertine, poster, cornici ecc. sbaglia cercando un cucchiaio alla Totti pur sapendo che ti chiami Giannone giochi in terza serie e in questa stagione hai collezionato più panchine che altro umiltà, hai mandato in frantumi il sogno di migliaia di tifosi con una scelta inappropriata,assolutamente imperdonabile

 De Risio s.v La Entra al 78’minuto al posto di D’Ursi

Nicoletti s.v. Dal 78’ minuto al posto di Favalli

Auteri 7,5 Con un Romeo Menti a festa pronto a infliggere alle Aquile una sconfitta per frantumare eventuali sogni di rimonta, il Catanzaro domina la gara con un assetto tattico disegnato dal suo mister alla perfezione, una vera lezione di puro calcio che le Aquile inpongono alle vespe incapaci di reagire e prendere le redini di una gara sempre in mano ai giallorossi. Purtroppo il risultato non premia la squadra migliore in campo per due clamorosi errori uno per tempo prima D’Ursi e poi quello famigerato di Giannone.

Fonte