FLASH – Catanzaro e Avellino assolti da ogni accusa di illecito

L'entrata della FIGC a Roma

Il TFN infligge solo un punto di penalità per gli stipendi non pagati da Cosentino

Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare – presieduto da Cesare Mastrocola ha disposto il proscioglimento di tutti i deferiti nell’ambito del procedimento relativo alla gara Catanzaro-Avellino disputata il 5 maggio2013.

Il Procuratore Federale aveva deferito i due club e sette tesserati delle due società per aver posto in essere atti diretti ad alterare il regolare svolgimento e il conseguente risultato finale del match valevole per la penultima giornata del Campionato di Lega Pro Girone ‘B’ della stagione sportiva 2012/13.

Lo stesso organo ha inflitto 1 punto di penalizzazione alla società giallorossa  “per non aver provveduto, entro il termine del 26 giugno 2017, al pagamento degli emolumenti dovuti fino al mese di maggio 2017” ai propri tesserati; inibito inoltre il legale rappresentante del club all’epoca dei fatti Ambra Cosentino (3 mesi).