F. Andria-Catanzaro 2-1, pagelle e sintesi commentata

Continua il calvario di sconfitte dei giallorossi

LE PAGELLE

LE PAGELLE  (a cura di Raffaele Pedullà)

Nordi 6 In una difesa precaria e battibile con qualsiasi avversario ancora una volta esente da colpe nei gol, non si segnalano altri interventi determinanti.

Zanini 5 E’ un terzino destro dopo varie posizioni provate questa è quella che mette d’accordo più mister, ma da una promessa del calcio qual era un ennesima delusione anche oggi con amnesie difensive e cross sbagliati.

Nicoletti 5,5 In coppia con Falcone inizialmente qualche dribbling lo azzarda la fascia sinistra si fa preferire all’altra corsia ma non per molto tende a spegnersi per scomparire del tutto nel secondo tempo.

Riggio 4,5 Il peggiore, improponibile,  in balia di Lattanzio e Croce non riesce ad arginare gli attacchi sporadici pugliesi ,mister Pancaro lo lascia negli spogliatoi a fine primo tempo.

Gamberetti 5,5 Una difesa così perforabile è difficile ricordarla rimpiangiamo la coppia dell’anno precedente Prestia-Sirri, insicuro anche lui ma ha il merito di sostituirsi agli attaccanti e segnare il gol del momentaneo pareggio.

Marin 5 Quest’oggi non riesce a incidere nel gioco a centrocampo gira spesso a vuoto senza trovare una posizione congeniale alle sue caratteristiche,da un suo errato colpo di testa scaturisce il gol del vantaggio andriese.

Maita 4.5 Notte buia anche per lui senza nessun lampo di luce, partita nell’anonimato, lento e fuori ritmo combina poco e nulla,colpevole con una fiacca marcatura nel gol del raddoppio della Fidelis.

Onescu 5,5 Lavoro oscuro meno efficace di altre volte,non riesce a farsi valere perdendosi nel grigiore generale.

Falcone 5 Tutto fumo e niente arrosto, arginato dalla difesa avversaria non gli riesce mai  un dribbling per creare apprensione e superiorità numerica.

Infantino 5 Si lamenta perché è mal servito dai compagni ma nel primo tempo al 34’minuto pecca di egoismo e fa sfumare una buona opportunità per segnare, ammonito per reciproche scorrettezze con Abruzzese, al 57’minuto vanifica un assist di Letizia calciando a lato una ghiotta occasione.

Cunzi 5,5 Protagonista dal calcio d’angolo nell’azione del gol delle Aquile ma non perviene nient’altro di buono dalle sue giocate.

Di Nunzio 5,5 Dal 46’ minuto sostituisce Riggio ma non basta a dare equilibrio alla difesa.

Letizia 6 Entra al 46’minuto al posto di Cunzi l’unico che salta l’uomo fornisce un assist ad Infantino.

Spighi 5,5 In campo dal 56’ minuto al posto di Marin sotto-tono.

Sabato 5,5 Entra al 63’minuto al posto di Nicoletti cerca di rendersi pericoloso con qualche cross ma li sbaglia.

Pancaro 5,5 E’il terzo allenatore stagionale ha dato un iniziale scossa con il Trapani senza raccogliere ciò che meritava, quest’oggi un passo indietro una squadra spenta quasi svogliata capace di far risorgere una motivata Fidelis. La colpa sta proprio nei calciatori in vena di conquistare calci d’angoli a raffica senza metterci la giusta grinta e cattiveria agonistica per invertire la rotta di una partita modesta come modesti gli avversari affrontati. Passaggi lenti irritanti anche dopo il gol del nuovo vantaggio pugliese tra la scarsa reattività generale