Cresce l’attesa per “U Classicu”, domani Reggina-Catanzaro

Sarà il 57mo incontro ribattezzato “U classicu” quello di domani sera al Granillo tra le due formazioni calabresi che più di tutte hanno calcato i campi di serie A, scrivendo anche pagine di storia del calcio passato importanti. Ecco perché i tifosi amaranto e quelli giallorossi definiscono in dialetto calabrese il match più importante dell’anno, il derby di Calabria, emulando nella terminologia il “Classico” che si gioca in Spagna tra Real Madrid e Barcellona.

Reggina avanti nei derby passati con 20 vittorie contro le 19 del Catanzaro. Diciassette sono invece i segni X. Le aquile conducono come reti fatte per 66-63. Negli scontri giocati a Reggio, invece, il dominio dei padroni di casa è netto, con 14 vittorie e 10 pareggi, contro le 4 vittorie del Catanzaro. L’ultima, quella datata 3 febbraio 2019 giocata al Granillo è stata a dir poco spettacolare, con i giallorossi di Auteri capaci di battere i cugini 4-3 tra le mura amiche, centrando un successo che mancava dal 1959, con il Catanzaro che ha vinto il derby in trasferta dopo 60 anni.

     

L’auspicio è che quello di domani sera possa essere un derby corretto, soprattutto tra le tifoserie, che lo scorso anno si sono lasciate malissimo, con gli autobus dei tifosi giallorossi presi a sassate. Un episodio di violenza che nulla ha a che fare con il calcio, con un derby di festa, che quest’anno vede di fronte due formazioni con l’uguale obiettivo: provare a raggiungere il salto di categoria in serie B.

a.m.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Fonte