Coppa Italia, il Catanzaro vola al sedicesimi

Rende ko 3-1 ai supplementari

Il Catanzaro batte il Rende 3-1, dopo 120′ di battaglia, e accede ai sedicesimi di finale nella Coppa Italia di Serie C dove incontrerà il Catania il prossimo 31 ottobre. Gli uomini di Auteri hanno onorato al meglio il match valevole per il primo turno di qualificazione al cospetto di una compagine, quella rendese, che si è battuta fino alla fine su un campo reso pesante dalla forte pioggia. Nonostante i quattro legni, le aquile hanno vinto l’incontro meritatamente grazie alle reti di RepossiFischnaller e Iuliano, quest’ltime arrivate nei tempi supplementari.

LA CRONACA DELL’INCONTRO –

Seconde linee in campo. E’ questa la scelta dei due allenatori in vista dei prossimi impegni di campionato considerati, evidentemente, più importanti. Pronti-via e il Catanzaro passa già in vantaggio dopo soli48”: punizione dalla destra, Borsellini respinge male sui piedi di Posocco che, dai 20 metri, indovina la traiettoria giusta. E’ l’1-0 per i padroni di casa. La reazione del Rende, nonostante il gol subito a freddo, non arriva a tardare. Al 9° Giannotti, tutto solo davanti ad Elezaj, anziché tirare in porta, si tuffa senza motivo, ricevendo un giallo per simulazione. La gara, così, è vivace: intorno al quarto d’ora, giallorossi vicini al raddoppio prima con Nicoletti (Borsellini salva in tuffo) e dopo con Repossi e D’Ursi, fermati dal palo. Dopo queste occasione sprecate, la legge del calcio si abbatte sulla compagine giallorossa al 25′: Laaribi, sugli sviluppi di un calcio piazzato, sorprende Elezaj, apparso incerto nella circostanza. Sul finale di tempo, Blaze da una parte e D’Ursi dall’altra sfiorano il gol. La seconda frazione di gioco si apre con la classica girandola delle sostituzioni e con D’Ursi protagonista di un bel tiro, neutralizzato dall’estremo difensore ospite. Al 62° è ancora l’attaccante ex Bisceglie ad impensierire la difesa del Rende, la quale salva in extremis. Poco dopo, Signorini evita un gol sicuro, immolandosi sulla conclusione di Vivacqua mentre D’Ursi, sul capovolgimento di fronte, colpisce altri due legni in pochi secondi. Non succede nulla fino al duplice fischio dell’arbitro Cosso e, così, si va ai supplementari. Supplementari che si chiudono positivamente per il Catanzaro, bravo a mettere nuovamente la freccia (complice anche l’espulsione di Franco) con Fishnaller al minuto 105 e Iuliano (118°) ed a volare ai sedicesimi di finale.

IL TABELLINO DEL MATCH

Catanzaro (3-4-3): Elezaj, Figliomeni (52′ Riggio), Signorini, Nikolopoulos (52′ Celiento); Iuliano, Eklu (62′ Maita), Posocco (62′ Statella), Nicoletti; Repossi (71′ Fischnaller), D’Ursi, Kanoute. A disposizione: Golubovic, Mittica, Favalli, De Risio, Ciccone, Giannone. Allenatore: Gaetano Auteri

Rende (3-4-3): Borsellini, Sanzone, Maddaloni (29′ Rossini), Calvarese; Otranto (59′ Viteritti), Cipolla, Laaribi (59′ Franco), Di Giorno; Giannotti (46′ Vivacqua), Crusco (75′ Boito), Blaze. A disposizione: Savelloni, Palermo, Minelli, Germinio, Awua, Riccardi. Allenatore: Francesco Modesto

Arbitro: Cosso di Reggio Calabria (Nasti-Trischitta)

Marcatori: 1′ Repossi (CZ), 26′ Laaribi (RE), 105′ Fischnaller (CZ), 118′ Iuliano (CZ)

Note: Giornata piovosa, terreno di gioco scivoloso; Ammoniti: Eklu, Celiento, Signorini, Maita, Riggio, Statella (CZ), Giannotti, Di Giorno, Calvarese, Franco (RE); Espulsi: Franco per doppia ammonizione; Recupero: 2′; 4′.