Catanzaro-Juve Stabia 0-3: pagelle e sintesi commentata

LE PAGELLE  a cura di Raffaele Pedullà

Elezaj 5,5 Tre reti subite senza colpe specifiche, probabilmente poteva respingere meglio il tiro di Canotto ma era già in caduta; non riesce a neutralizzare il rigore di Paponi il tiro centrale potente gli piega le dita delle mani per una respinta accennata senza troppa convinzione.

Figliomeni 6 Buon primo tempo si fa apprezzare anche per un tentativo di realizzazione con un colpo di testa di poco sopra la traversa, poi sotto di una rete e in inferiorità numerica cerca di limitare le scorribande delle vespe.

Signorini 5 Tra i più intraprendenti ma l’andamento nefasto della gara lo innervosisce, rifila allo scadere un pestone sulla coscia di Sinani l’arbitro non infierisce e sorvola la sanzione.

Riggio 4,5 Partita da dimenticare episodi sfavorevoli, provoca la punizione dalla quale scaturisce il gol di Allevi di testa al 58’ minuto giocatore che sfugge dalle sue grinfie su bel cross di Calò, tre minuti più tardi respinge un tiro di Paponi con il braccio con il conseguente rigore e il secondo cartellino giallo che lo porta anticipatamente negli spogliatoi.

Favalli 6 In certe gare segnate sfavorevolmente occorre limitare eventuali danni e chiuderle nel migliore dei modi, non si lascia prendere dal nervosismo e non lesina energie fino al fischio finale.

Statella 5,5 Crea non pochi grattacapi ad Allevi e compagni fallisce una clamorosa palla gol al settimo minuto con una conclusione smorzata e imprecisa vanificando l’assist di Favalli,perde lucidità nella seconda parte di gioco e le sue proiezioni risultano prevedibili per i difensori stabiesi.

Maita 4 Apprezziamo tutti e le abbiamo elogiate più volte le sue qualità tecniche ma a volte bisogna essere pratici perde un pallone azzardando un dribbling con un Catanzaro sbilanciato in avanti e con lui stesso in posizione in quel frangente di ultimo difensore, ne consegue il due a zero l’espulsione e la fine di una gara condita da un altro suo errore rimarcando quasi le stesse modalità che favorisce la terza marcatura stabiese.

De Riso 6, Riesce a chiudere la gara con una certa dignità non è il tipo di giocatore che accetta di buon grado le sconfitte non chiedetegli di risparmiare un entrata al limite del regolamento ma nel contesto è uno che non demorde.

Kanoute 5,5 Sta trovando una forma apprezzabile la sua velocità non incide ma da parecchio fastidio provocando una serie di calci d’angoli, al 50’minuto è protagonista di un brutto episodio scalciando Canotto per un fallo di reazione meritevole di una sacrosanta espulsione evitata dalla clemenza dell’arbitro

Ciccone 5 Non riesce a incidere fatica a trovare una posizione congeniale gira parecchio a vuoto si perde tra la difesa granitica della Juve Stabia.

Fischnaller 5,5 Qualche conclusione la prova anche ma gli esiti negativi,meglio nel fraseggio ma senza un guizzo vincente e fine a se stesso.

D’Ursi s.v. Dal 67’ minuto al posto di Kanoute Giannone s.v. Entra al 67’minuto al posto di Fishnaller Iuliano s.v. In campo dal 75’ minuto al posto di Ciccone.

Repossi s.v. Dal 75’ minuto al posto di Statella Nicoletti s.v. Dal 81’minuto al posto di Maita

Auteri 6 Il Catanzaro è padrone del campo per tutto il primo tempo e per i buoni propositi nell’inizio del secondo, paga la sterilità quest’oggi del reparto offensivo difronte una squadra come la Juve Stabia che fa del reparto difensivo una fortezza cercando alla lunga quell’episodio che cambia le sorti della gara. Il risultato è ingiusto frutto di disattenzioni che potevano essere evitate, una battuta d’arresto che deve far maturare prima questa giovane squadra che saprà da subito reagire e rialzarsi