Catanzaro-Catania 0-4, pagelle e sintesi commentata


GUARDA LE REAZIONI DEI TIFOSI NEL DOPOSTADIO

Le pagelle (a cura di Raffaele Pedullà)

Nordi 5 Giornata da dimenticare per il capitano giallorosso quattro gol al passivo non esente da colpe nel vantaggio etneo, Barisic su cross di Curiale seppur deviato leggermente da Sabato l’anticipa realizzando il vantaggio rosso-azzurro,al 52’ ci pensa Lodi a pennellare un assist a Curiale per il raddoppio,al 69’per poco non la combina complice il vento gli sfugge il pallone proveniente da un cross degli avanti etnei riesce ad evitare una figuraccia in due tempi,minuto 84’Gamberetti lo anticipa fornendo l’assist a Ripa per il terzo gol i due non si sono sincronizzati,il quarto gol di Porcino serve solo per le statistiche.

Zanin 5,5 la cosa più bella della sua gara è una punizione dal limite di poco decentrata dal centro dell’ area di rigore il suo tiro sfiora l’incrocio dei pali e svanisce la speranza di riaprire la gara.

Sabato 5 Aveva iniziando bene la gara facendosi apprezzare per alcuni anticipi , nel secondo tempo si macchia dell’errore di non respingere il pallone per ben due volte che finisce a Lodi che ne approfitta e pennella un assist perfetto per Curiale per il raddoppio del Catania.

Di Nunzio 5 Errore di piazzamento nel gol del vantaggio etneo resta troppo basso lasciando in gioco Barisic il resto poi è il ritorno di una difesa tempestosa.

Gamberetti 5 L’assist a Ripa di testa gli costa una prestazione negativa oltre il gol della punta siciliana,ma la squadra aveva già buttato i remi in barca il resto è da incubo come il risultato che ne consegue.

Marin 6 Un tempo per fraseggi accettabili e una certa manovra funzionale ed equilibrata. Da un suo cross al 37’minuto Aya per poco non batte Pisseri per un autogol che poteva cambiare la gara,la sua uscita al minuto 68’è controproducente.

Maita 5.5 Si mette a disposizione della squadra nel primo tempo non dispiace, nella ripresa il Catania prende il sopravvento e non riesce a stare al passo.

De Giorgi 5,5 Al 31’minuto prova a emulare la prodezza di Monopoli ma il risultato è diverso,al 38’ci prova a impensierire Pisseri con un debole colpo di testa bloccato,sacrificato per l’entrata di Falcone con un Catanzaro sotto di due reti.

Spighi 5,5 sbaglia al 39’minuto con un disimpegno che innesca Lodi ma il tiro del fantasista di mister Lucarelli è impreciso,ci mette grinta e impegno ma il Catania tecnicamente ha giocatori molto superiori per cui gira tanto a vuoto nella ripresa.

Corado 5 Al 24’minuto non aggancia un passaggio di Letizia,al 34’minuto colpisce di testa un bel cross di Zanini,ma al 47’ è protagonista in negativo dell’episodio del vantaggio catanese da una possibile conclusione a rete che liscia scaturisce il contropiede che porta la rete di Barisic.

Letizia 5 Pochi spunti quest’oggi probabilmente con avversari più quotati la sua pericolosità va a scemare: i due forti centrali catanesi non gli lasciano neanche le briciole.

Falcone 5 Dal 55’ minuto sostituisce De Giorgi il suo apporto fa perdere ulteriori equilibri il Catanzaro non riesce a rendersi pericoloso.

Badje 5 Dal 68’ minuto sostituisce Marin la partita è già decisa il suo apporto è approssimativo e confuso

Infantino 6 In campo dal 68’ minuto al posto di Corado poteva realizzare il gol della bandiera ma Pisseri lo impedisce con una grande respinta in angolo.

 Pancaro 5 Per lui una gara speciale quella da ex,il Catanzaro con Onescu e Sepe in meno e con un De giorgi e Spighi in più rispetto alla gara eroica di Monopoli. Per il resto tutto invariato. Le aquile con l’alleato vento a favore nel primo tempo tengono bene il campo contro un Catania in piena corsa promozione. Nella seconda frazione di gioco i rosso-azzurri fanno valere la loro maggiore qualità; infruttuosi i cambi e controproducenti la squadra si sfalda completamente e favorisce una sconfitta pesante con le quattro reti subite.