Casertana-Catanzaro 2-1, azioni commentate e pagelle

LE PAGELLE

Le pagelle (a cura di Raffaele Pedullà)

Nordi 7 Deciso ed in forma. Sicuro in due uscite pericolose incolpevole nel gol di Turchetta al minuto 12′ al 66′ si vendica sull’ esterno rossoblù parandogli il rigore ma dalla corta respinta è D’Anna che insacca per il raddoppio dei falchetti.

Riggio 5 Dal suo out agisce uno scatenato Turchetta per il difensore giallorosso sono dolori, lo ferma con le cattive al minuto 59′ beccandosi una sacrosanta ammonizione,al 68’minuto sostituito da Kanis.

Sirri 5,5 In una partita maschia dura la sua grinta non è all’altezza delle aspettative.

Di Nunzio 5,5 Il Catanzaro in superiorità numerica nei venti minuti finali non riesce a far partire un azione dalle retrovie per via di un pressing tutto campo. Non riesce a dare una certa sicurezza al reparto neanche con questo vantaggio.

Zanini 6 La sua posizione più avanzata crea grattacapi alla retroguardia campana al 37’minuto l’arbitro gli nega una sacrosanta punizione dal limite dopo una serie di dribbling.

Spighi 5,5 Ruba con scaltrezza un pallone a centrocampo e da via al minuto 47′ in un azione pericolosissima delle Aquile ma non riesce a imbeccare Puntoriere e Falcone a tu per tu con Cardelli  sprecando clamorosamente.

Nicoletti 5 Una bella triangolazione al 28’minuto in tandem con Falcone la conclusione rasoterra sfiora il palo alla sinistra di Cardelli, nel secondo tempo protagonista in negativo con una scivolata imprudente atterra D’Anna causando il rigore e la sconfitta delle Aquile,sostituito al 71’minuto da Imperiale.

Maita 5 Non è il suo tipo di partita. La Casertana bada al sodo e al risultato gli interventi sono rudi a volte al limite del regolamento, all’ 11’minuto si lascia sorprendere da un cross di D’Anna e consente a Turchetta di battere facilmente Nordi. Ammonito al 32′ per una fallo su Alfageme,al 57′ minuto fa posta a Van Ransbeeck.

Falcone 6,5 Realizza il gol del pareggio con una prodezza su calcio di punizione al minuto 44′ purtroppo non serve ad evitare una sconfitta balorda

Puntoriere 5,5 Poco concreto come sempre non riesce a creare grattacapi e azioni pericolose, la sua velocità è un arma che non incide la usa per fermare un contropiede su Turchetta finendo al minuto 40’nel taccuino dell’ arbitro negli ammoniti,dal 68′ minuto fa posto a Lukanovic.

Icardi 5,5 Alla vigilia nelle parole del mister l’idea di agevolarlo in una posizione per favorire le sue sortite queste rimangono del tutto astratte anche lui vittima della vena di Turchetta lo abbatte al minuto 54’conquistando l’ammonizione,sostituito al 71′ da Letizia.

Van Ransbeeck 5,5 Entra al posto di Maita al 57’minuto non riesce a impadronirsi del centrocampo nonostante la superiorità numerica per venti minuti finali recupero escluso.

Kanis 5,5 Dal 68’minuto in campo al posto di Riggio solo una conclusione a lato all’88’ per il resto opaco.

Lukanovic 5,5 Entra al 68’minuto al posto di Puntoriere non incide.

Letizia s.v Dal 71′ al posto di Icardi fornisce un assist per Kanis

Imperiale s.v. Dal 71’minuto al posto di Nicoletti.

Dionigi 5 Di solito il Catanzaro entra in campo con la giusta grinta e personalità quest’oggi le Aquile erano passive in clima natalizio e in vena di regali, difronte ad una Casertana agguerrita alla ricerca di tre punti costi quel che costi, gli schemi e le assenze in tal caso passano in secondo piano il Catanzaro paga un approccio non consono a questo tipo di gara, sconfitta da archiviare in fretta.