Attesa per l’incontro “Disabilità, le emozioni e lo sport”

Continua incessante l’attività formativa e sportiva della Società “ASD Pantere Nere”, che, dopo l’importante parentesi del III° Incontro Informativo “Lo Psicologo nello Sport“ed ora, nella giornata di domani, mercoledì 20 marzo 2019 alle ore 17, presso la sala riunioni del “Centro Calabrese di Solidarieta’” in via Fontana Vecchia a Catanzaro, sarà protagonista di un altro importantissimo tema che tocca l’animo e la sensibilità di ognuno di noi. Il tema del IV ° incontro Formativo sarà: “Disabilità, le emozioni e lo sport”.

Lo sport abbatte ogni barriera e favorisce l’integrazione con gli atleti “normodotati”, rappresenta un elemento fondamentale sul piano emotivo e sociale, un ambiente multidimensionale, dinamico, ludico, adatto ad intensificare la coscienza di sé e del proprio corpo, è uno strumento educativo e formativo e spesso è anticipatore dei mutamenti sociali. Lo sport abbina l’attività fisica con quella ricreativa, favorisce la salute, la longevità, il benessere fisico e psicologico. Come sottolineato dal Consiglio dell’Unione Europea, lo sport è fonte e motore di inclusione sociale e viene riconosciuto come uno strumento eccellente per l’integrazione delle minoranze e dei gruppi a rischio di emarginazione sociale.

Da sempre come Società abbiamo sposato i valori dell’integrazione e dell’inclusione sociale accogliendo nel nostro ambiente sano tutti, ma proprio tutti i bambini che volevano avvicinarsi al mondo dello sport insieme alle proprie famiglie. Probabilmente questo tipo di scelta sposata dal progetto “ASD PANTERE NERE” non porterà tutti gli i giovani atleti a diventare “Campioni” in palcoscenici professionistici, ma sicuramente gli consentirà di diventare “Campioni” nella vita di tutti i giorni quando saranno uomini e si cimenteranno come futuri protagonisti della vita sociale di tutti i giorni.

Per noi è questa la “Vittoria” più importante, aver perseguito questi valori non affrontare una gara in campo cercando spasmodicamente e con ossessione un risultato a “sensazione” che vale una sola gara e non tutta la vita. Per concludere, l’iniziativa di domani vedrà la partecipazione dei ragazzi disabili dell’ associazione la “Fabbrica dei Sogni” di Catanzaro, da sempre vicina ai nostri progetti.

Redazione Calabria 7

Fonte