Troppe barelle nei corridoi: medici ed infermieri chiedono aiuto

di Nico De Luca – In una sanità calabrese alle corde e che rischia di crollare da un giorno all’ altro, c’è sempre per fortuna chi lavora strenuamente per tenerla ancora dignitosamente in piedi.

Presso l’Ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro i mesi estivi sono quelli più drammatici: personale al minimo, lavoro al massimo.

     

In uno dei reparti sempre molto congestionati come Chirurgia generale uomini, la situazione in questi giorni è al limite.

Nonostante la continua emergenza, il personale medico e paramedico continua a garantire l’aderenza ai parametri, con la presenza di tre infermieri più medici e oss per due turni diurni; e due infermieri più medici e oss per quelli notturni.

Tuttavia la coscienza ed il senso del dovere non basta quando come in queste settimane il reparto è ‘preso d’assalto’ ed oltre ai 17 posti letto previsti nella pianta, altre 7 (diconsi sette!) lettighe sono state allineate lungo il corridoio, mettendo a durissima prova resistenza e abnegazione del personale.

Per mettere ufficialmente a conoscenza l’Azienda ospedaliera del grave problema, gli infermieri professionali e gli oss del reparto, che fa capo al direttore facente funzioni dott. Nicola De Grazia, hanno scritto al direttore sanitario di presidio, al direttore rischio management, al direttore del dipartimento DEA ed agli altri responsabili interni.

Nella lettera, dai torni decisi ma garbati, si evidenzia la ‘gravosa problematica che si protrae da tempo senza trovare alcuna soluzione”. Evidenziano i diversi rischi cui sono sottoposti i dipendenti ed i colleghi la lettera sottolinea che “con tale situazione il livello assistenziale non risulta adeguato alle necessità dei pazienti chiedendo una fattiva e cortese collaborazione”.

Fonte