Sanità: Uccp; Cittadinanzattiva, “Catanzaro non è più ultima”

“Finalmente la provincia di Catanzaro non è agli ultimi posti nel modello organizzativo sanitario. Sono state istituite ben nove Uccp che assicurano un’ assistenza completa e continua, in alcuni casi anche h24 per la presenza di una postazione di continuità assistenziale (ex guardia medica). La coordinatrice di Cittadinanzattiva- Tribunale per i diritti del malato del capoluogo, Emilia Celia “E non si tratta solo – fa rilevare – di un puro dato numerico.

Gli obiettivi conseguiti da tali forme di aggregazione sono tangibili e sotto gli occhi di tutti con la riduzione degli accessi in pronto soccorso e dei ricoveri in ospedale per patologie a maggiore impatto sociale ed economico come diabete, ipertensione, BPCO. E non bisogna dimenticare anche il gradimento del paziente. Solo la Uccp di Catanzaro, che dispone di due sedi, ha gestito nel 2018 circa 184.000 accessi con diminuizione dei ricoveri per riacutizzazioni di Bcpo da 145 nel 2013 a 29 nel 2016(- 81%),per diabete da 881 nel 2013 a 284 nel 2016(-68% ). La nostra associazione – conclude – si augura , pertanto, che tale modello venga mantenuto ed implementato nell’ ottica di un miglioramento continuo dei servizi e di una sanità che guarda al futuro in un’epoca di transizione epidemiologica e di diminuizione delle risorse economiche”.

     

Fonte