Sanità, “Croce Bianca Onlus” e “Amica” insieme per i meno abbienti

“La salute non è un business ma un diritto per tutti”.

Non si tratta di uno slogan ma di una mission che l’Associazione Croce Bianca Onlus e l’Associazione Amica, nello svolgere i propri compiti statutari, hanno intrapreso a favore delle persone meno abbienti affinché possano accedere alla prevenzione sanitaria e sociale, rispettando i principi di solidarietà ed uguaglianza che hanno animato le attività dei rispettivi presidenti, Sig. Dario Rizzo e Sig.ra Luisa Corticelli.

Il modus operandi dei rispettivi presidenti li ha visti protagonisti non solo in campo sociale, stando vicino ai bisogni della collettività e, soprattutto, delle persone anziane, ma anche in attività concrete di volontariato e prevenzione delle malattie cardiologiche effettuate con visite ed ECG a cura del Dr. Giuseppe Carullo.

La presidente Luisa Corticelli ha dichiarato che la volontà di intraprendere questo percorso è dettato dal ridimensionamento del sistema sanitario, gravato per lo più dall’eccesso di medicalizzazione. Pertanto è necessario rivisitare in maniera profonda il rapporto tra le parole salute e sanità perché quanto può essere produttiva la scelta di investire in sanità molto più di quanto si sia investito in salute, oppure è possibile che non si promuova a sufficienza il ruolo della prevenzione primaria?

Le fa eco il presidente Dario Rizzo secondo il quale più salute non richiede sempre più sanità. La sanità pubblica è un bene collettivo, prezioso da tutelare, ma non inesauribile, e la sua sostenibilità deve essere un impegno diffuso e partecipato attraverso un approccio intersettoriale coinvolgendo, in maniera coordinata, i diversi settori della Sanità, gli Enti pubblici e privati, e le associazioni  al fine di realizzare iniziative in grado di migliorare lo stato di salute della popolazione, tutelando in particolare le categorie più deboli.

Pertanto la volontà dei Presidenti Rizzo e Corticelli è di continuare la loro azione congiunta per riproporre l’organizzazione di ulteriori appuntamenti dedicati, in particolare, alla prevenzione delle malattie cardiologiche e rendendo noto il prossimo calendario perché, come disse Patch Adams, “la salute si basa sulla felicità, dall’abbracciarsi e fare il pagliaccio al trovare la gioia nella famiglia e negli amici, la soddisfazione nel lavoro e l’estasi nella natura delle arti”.

Fonte