Sanità Calabria, ecco l’accordo su precari Pugliese-Ciaccio

Un accordo definitivo per garantire un servizio sanitario adeguato ai calabresi e per rispettare il diritto a lavoro di tutti. Era l’obiettivo perseguito questa mattina dagli attori protagonisti dell’incontro in Cittadella Regionale.

Presenti il commissario Saverio Cotticelli, il dirigente generale del dipartimento Tutela della Salute, Antonio Belcastro, i sindacti Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Fials, oltre una folta rappresentanza dei lavoratori risultati idonei ai concorsi nell’ambito sanitario calabrese.

Ed alla fine un accordo è arrivato. L’accordo prevede che in tutte le aziende sanitarie e ospedali regionali siano completati i procedimenti di stabilizzazione del personale precario e sanate le criticità presenti nella legge Madia. Sblocco delle procedure concorsuali già bandite e non ancora definite ed espletate, che dovranno essere concluse entro giugno 2020.

     

Poi, la ricognizione delle graduatorie concorsuali e indicazione dello stato di scorrimento, con l’utilizzo delle graduatorie esistenti e valide. Ed ancora le aziende del Ssr e Struttura commissariale dovranno entro il dicembre 2019 definire con la massima urgenza i fabbisogni del personale. Ed infine un intervento straordinario sulle assunzioni.

In merito alla crisi del Pugliese-Ciaccio le parti invece concordano che: l’Azienda Mater Domini coprirà i posti delle figure professionali di infermieri ed Oss, già autorizzati con precedenti Dca, a tempo determinato e part time, e non ancora coperti utilizzando la comune graduatoria delle aziende Mater Domini e Pugliese-Ciaccio.

L’azienda Pugliese-Ciaccio, da parte sua, provvederà ad assumere con contratto a tempo determinato, attingendo alle proprie graduatorie valide a tempo indeterminato, corrispondente al numero delle figure cessate a settembre 2019. Le parti hanno concordato di rivedersi entro una settimana per perfezionare eventuali situazioni non contemplate nell’accordo odierno.

Commissari e Dipartimento regionale si impegnano a recepire i contenuti in appositi Dca. (a.m)

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Fonte