Salute, “Al cuore del diabete” fa tappa a Catanzaro

Le malattie cardiovascolari rappresentano la principale causa di disabilità e morte nelle persone con diabete tipo 2: rispetto a una persona sana, chi ha il diabete ha rischio di morte doppio e quadruplo di infarto o ictus, ma ben 1 su 4 non si considera a rischio. La campagna #alcuoredeldiabete, realizzata con il patrocinio della Società Italiana di Diabetologia (Sid), di AMD – Associazione Medici Diabetologi, di ANCI – Associazione Nazionale dei Comuni d’Italia, in connessione con il progetto internazionale Cities Changing Diabetes e il contributo non condizionato di Novo Nordisk, farà tappa a Catanzaro, venerdi 27 settembre in Piazza Prefettura dalle 9 alle 18, con un’unità mobile in cui sarà possibile confrontarsi con gli specialisti. L’unità mobile della campagna #alcuoredeldiabete sta percorrendo la nostra penisola per visitare entro la fine del 2019, le principali città italiane e dopo aver toccato negli ultimi giorni le città di Torino, Genova, Sassari, Cagliari, Palermo, Siracusa e Messina, arriverà a Catanzaro con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione diabetica alla gestione della patologia per ridurre le complicanze ad essa correlate come l’aumento del rischio di eventi cardiovascolari.

La tappa catanzarese di “Al cuore del diabete” sarà presentata in una conferenza stampa che si terrà alle 9.00 del 27 settembre, presso la Sala delle Culture del Palazzo della Provincia. Vi prenderanno parte tra gli altri, Marco Polimeni, Presidente del Consiglio Comunale della città di Catanzaro, Giovambattista De Sarro Rettore dell’Università degli studi Magna Graecia di Catanzaro, Franco Pacenza, Delegato Sanità Presidenza Regione Calabria, Sinibaldo Esposito, Vice Presidente della Commissione Sanità Regionale, Emanuela Zurzolo, Presidente della Federazione Diabete Calabria, Luigi Puccio delegato AMD Calabria, Direttore ff della SOC di Malattie Metaboliche e Endocrinologia dell’A.O. Pugliese Ciaccio di Catanzaro, Franco Arturi, Presidente SID Calabria, prof. Associato dell’Università Magna Graecia di Catanzaro e Francesco Andreozzi, Referente Regionale dell’Health City Institute e prof. Associato dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, Roberto Ceravolo, Presidente Anmco Calabria e Direttore UOC di Cardiologia con Utic dell’Ospedale di Lamezia Terme Asp CZ, Franco Cassadonte, Direttore UOC Cardiologia Utic Emodinamica dell’AO Pugliese Ciaccio di Catanzaro e Alessandro Mantineo, City chancging diabets Italiamanager di Novo Nordisk. Sono molte le persone ignare del fatto che le malattie cardiovascolari rappresentino la più comune causa di morte in coloro che hanno il diabete tipo 2”, spiega Drago Vuina, Corporate Vice President Novo Nordisk.

     

“Per questo Novo Nordisk ha voluto sostenere questa campagna in connessione con Cities Changing Diabetes®, il progetto internazionale promosso dallo University College of London (UK) e dallo Steno Diabetes Center, grazie al quale già da diversi anni i ricercatori si impegnano a individuare le aree di vulnerabilità, i bisogni insoddisfatti delle persone con diabete e identificare le politiche di prevenzione più adatte e come migliorare la rete di assistenza”.

Fonte