Paziente oncologico vende segnalibri per comprare PC

L' Associazione Sassolini glielo regala

Vendeva segnalibri artigianali fatti da lui stesso alle infermiere ed ai medici del reparto ad un euro ciascuno. Voleva comprarsi un computer per collegarsi alla sua scuola e seguire così i corsi del primo anno di Geometra a cui si è iscritto.

Lui è un sedicenne della provincia di Crotone ricoverato per varie problematiche serie nel reparto di Oncologia pediatrica dell’ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro.

Un’associazione cittadina, la Sassolini, ha così deciso di donare un portatile al ragazzo, intelligente e molto propenso allo studio malgrado la dura malattia ed il difficile percorso di cura.

Se ne sono fatti carico la neo presidentessa dell’associazione Ania Podedworna, la psicologa Bruna Marozzo ed il direttore scientifico Rosario Russo, dipendente della stessa struttura sanitaria (Terapia del dolore).

La delegazione di Sassolini (che prende nome dai sassolini usati nella fiaba da Hansel e Grethel per ritrovare la via di casa) è stata ricevuta dal primario facente funzioni dottoressa Maria Concetta Galati, dalle dottoresse Annamaria Dello Russo e Rosalba Mandaglio e dalla caposala Katia Rizzo.

Sotto lo sguardo amorevole della mamma sempre al suo fianco, il giovane ha sfoggiato un gran sorriso di sorpresa compiaciuta appena spacchettato il suo nuovissimo portatile mentre quelli teneri dei medici e dei componenti di Sassolini sono rimasti nascosti dalle mascherine indossate allo scopo di garantire l’asetticità della stanzetta.

Sassolini ha pensato anche ad altri eventuali pazienti che abbiano la stessa esigenza dotando il reparto di un secondo portatile preso in consegna dallo stesso primario Galati