Ordine medici Catanzaro, Ciconte: “Manca protezione contro virus micidiale”

Ordine medici Catanzaro, Ciconte: “Manca protezione contro virus micidiale” 19 Marzo 2020 “Dobbiamo con forza sottolineare che, ad oggi, non abbiamo strumenti di protezione utili ad affrontare un virus che appare veramente micidiale”.

E’ quanto scrive il presidente dell’Ordine dei medici di Catanzaro, Vincenzo Ciconte, in un lettera al presidente della Regione, Jole Santelli, al commissario della sanità calabrese, Saverio Cotticelli, e al dirigente generale del Dipartimento regionale Tutela della Salute, Antonio Belcastro. Nella lettera Ciconte ricorda che in varie riunioni istituzionali ha evidenziato “la riduzione del contagio, sottolineando la necessità di ottemperare alle indicazioni delle autorità, la protezione per i medici e il personale sanitario in prima linea dotandoli di kit di prima necessità, considerato che già allora mi giungevano notizie che tale materiale non fosse sufficiente e, in alcuni casi, mancante; rafforzare i posti di terapia intensiva in Calabria.

Ciconte sostiene che “la presidente Santelli insieme all’unità di crisi, ai commissari straordinari, hanno individuato, ad onor del vero, i posti letto necessari nei presidi ospedalieri e all’Università. Siamo fortemente preoccupati, però, per i tempi annunciati dalla presidente sull’arrivo dei presidi per la respirazione, che sono veramente troppo lunghi (45 giorni). Nonostante le rassicurazioni avute dal Dipartimento – prosegue il presidente dell’Ordine dei medici di Catanzaro – dobbiamo con forza sottolineare che, ad oggi, non abbiamo strumenti di protezione utili ad affrontare un virus che appare veramente micidiale”. Da qui l’invito “con forza” di Ciconte a “tutti gli organi istituzionali preposti, a intervenire in tempi brevissimi affinché siano assicurati i presidi necessari per i medici che sono in prima linea, con spirito di abnegazione, a combattere contro questa pandemia, e le tecnologie adeguate a sostenere l’eventuale impatto di numeri più consistenti”. Ciconte, infine, invita “fortemente la presidente Jole Santelli di mettere i tre esperti nominati nella task force, nelle condizioni di lavorare speditamente all’adozione di misure adeguate per la protezione della Calabria in questo frangente, perché non c’è tempo”.

    Redazione Calabria 7

 

© Riproduzione riservata. Condividi

Fonte