Coronavirus, anche in Calabria scattano misure preventive

Il Coronavirus sta creando notevole preoccupazione ai cittadini italiani, dopo i 14 casi accertati in Lombardia, i due del Veneto ed il presunto caso di un bimbo di 3 anni in Campania.

Il Governo italiano ha predisposto notevoli misure di sicurezza pubblica ed un piano di intervento scattato immediatamente per ricostruire tutti i movimenti dei pazienti zero in modo da contenere la diffusione. Tutti gli ospedali d’Italia si sono attivati da giorni per contrastare eventuali epidemie e la situazione é al momento sotto controllo. Anche il premier Giuseppe Conte ha rassicurato il Paese sostenendo che l’Italia è pronta.

Ed anche in Calabria sono scattate ed intensificate nelle ultime ore le operazioni di prevenzione e sicurezza, affinché nelle remote possibilità di diffusione del virus si possa essere preparati ad eventuali emergenze. Il punto di raccolta di eventuali casi o presunti casi di Coronavirus in Calabria è stato individuato a Catanzaro, all’ospedale Pugliese, dove in queste ore si stanno ultimando le postazioni previste per l’isolamento di eventuali pazienti contagiati. In atto, negli aeroporti calabresi, i controlli della temperatura corporea attraverso i termoscanner, mentre tutte le procedure sono state avviate anche dalla Regione. Molti medici, esperti e responsabili del Governo rassicurano i cittadini, ovviamente preoccupati, poiché le misure predisposte sono efficaci, dunque, la situazione è sotto controllo. Il numero da contattare per la pubblica utilità è il 1500, numero verde che smista eventuali casi ai reparti di malattia infettiva.

     

Redazione Calabria 7 

© Riproduzione riservata.

Fonte