Catanzaro, troppi ricoveri e barelle: emergenza personale in Chirurgia

(ndl) La crisi della sanità comincia a toccare i suoi punti di gravità più alti.

Ad andarci di mezzo i cittadini ed i pazienti, con le loro famiglie. Ma anche i professionisti ospedalieri combattuti tra l’abnegazione per la delicata missione assistenziale verso i pazienti e le legittime difficoltà numeriche.

     

A Catanzaro, nel reparto di Chirurgia del Pugliese-Ciaccio, stamattina la situazione era praticamente ai limiti del controllo.

Nella sezione uomini infatti il residuo personale rimasto disponibile dopo il licenziamento dei cosiddetti ‘precari’ dei 48 mesi, ha vissuto momenti di legittimo sconforto.

Ai diciassette ricoverati nei posti letti assegnati si sono aggiunti altri sei pazienti poggiati in barella o su lettini di fortuna aggiunti.

Ad assisterli un solo medico, due infermieri ed una caposala.

Un limite insostenibile per il personale che non ha potuto fare altre se non avvisare la Direzione del presidio e poi rimboccarsi le maniche per assistere al meglio i pazienti.

Uno stato di ‘allerta’ che il personale infermieristico pare abbia già comunicato anche nei giorni scorsi ai propri dirigenti.

E poi parlano di Livelli essenziali di assistenza…

Fonte