Catanzaro, Costanzo: “Scaduti contratti medici convenzionati Asp al Pronto soccorso”

“Con la scadenza dei contratti al 31 dicembre 2019 di due medici convenzionati Asp, la situazione al Pronto soccorso di Catanzaro è diventata ancora più difficile e, in assenza di concorsi, non è accettabile il ricorso sistematico a prestazioni aggiuntive da parte di medici di altri reparti che vanno a gravare sulle casse dell’azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio”.

Lo afferma la presidente della Commissione politiche sociali Manuela Costanzo che ha affrontato la problematica su richiesta di alcuni colleghi componenti dell’organismo consiliare. “Di certo questa vicenda – continua – poteva essere trattata diversamente dal direttore della SOC Medicina d’urgenza e accettazione che avrebbe dovuto adottare, già prima della fine dell’anno, delle soluzioni adeguate e concrete per far fronte alla conclusione del rapporto lavorativo dei due medici di Pronto soccorso legato da una convenzione con l’Asp. Al momento il rinnovo dei loro contratti è stato rinviato senza date certe, sebbene dall’Azienda sanitaria, con tutte le criticità derivanti dal commissariamento, sia stata espressa la massima disponibilità a venire incontro alle esigenze dell’AO Pugliese-Ciaccio.

Invece, chi dirige il Pronto soccorso, manifestando una presunta difficoltà ad ottenere l’autorizzazione per nuovi concorsi, continua a ricorrere al pagamento di prestazioni aggiuntive per medici di altri reparti, espediente che non risolve il problema e che l’azienda non può permettersi. Auspichiamo, perciò – conclude Costanzo – che le direzioni preposte possano trovare la quadra e garantire una risposta adeguata, stabile e rispettosa delle professionalità e degli utenti del Pronto soccorso”.

     

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Fonte