Allarme ricettari: mancano in città ed hinterland

Sono già diversi i centri – tra città e provincia – in cui mancano i ricettari sanitari rossi con cui i medici possono prescrivere farmaci e visite ai pazienti. E’ quanto denuncia per l’ennesima volta il presidente provinciale e regionale di Federfarma dott. Vincenzo Defilippo il quale attraverso un telegramma indirizzato a più responsabili, segnala che a Sorbo San Basile, Taverna, Settingiano, Decollatura, Albi; ed anche a Santa Maria ed in qualche altro quartiere del capoluogo i cittadini non possono accedere alle prestazioni farmaceutiche in regime convenzionato per mancanza delle ricette SSN. Come già segnalato nel corso di una apposita conferenza stampa (il servizio di CatanzaroTV) e poi tramite solleciti via stampa, Federfama sottolinea la “gravissima situazione, assolutamente ingiustificabile ed inaccettabile, in quanto impedisce ai cittadini di ricevere dalle farmacie i medicinali di cui necessitano, in violazione di principi costituzionali. A tal proposito i destinatari del telegramma, prefetto Latella, commissario Scura, subcommissario Urbani, dirigente generale Fatarella, dirigente dei Lea Brancati e DG Asp Perri, vengono sollecitati ad intervenire autorizzando anche su Catanzaro l’uso dei ricettari bianchi per le prescrizioni in regime di SSN così come avvenuto in altre Asp provinciali.