Umg, laurea Honoris Causa al Premio Nobel Bruce Alan Beutler (VIDEO)

L’esempio di come nasce e si sviluppa la ricerca scientifica e la sfida del ricercatore a raggiungere, con tenacia e determinazione, il risultato dei suoi studi: questo il brillante ed esaltante profilo del Prof. Bruce Alan Beutler, Premio Nobel per la Medicina nel 2011, che, questa mattina, è stato insignito della Laurea Honoris Causa in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro. La bellissima storia della scoperta di come fa il sistema immunitario a riconoscere un virus, e dei meccanismi che mette in atto per combatterlo, è la storia della ricerca di Bruce Beutler, raccontata questa mattina nell’Auditorium del Campus dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, affollato di tanti giovani pronti ad ascoltare cosa significhi fare ed essere “uno scienziato”.

“Sono onorato di questa laurea honoris causa – ha dichiarato il Prof. Bruce Beutler nel ricevere toga e pergamena dalle mani del Rettore dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, Prof. Giovambattista De Sarro – ho conosciuto una bella realtà che può sicuramente permettere ai suoi studenti di raggiungere risultati eccellenti. Per la ricerca bisogna vincere la sfida di trattare il maggior numero di paziente grazie agli studi sull’immunologia”. “Gli studi del Professor Beutler nel campo dell’immunologia e della genetica – ha spiegato il Rettore dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, Prof. Giovambattista De Sarro, nel presentare la cerimonia di conferimento della laurea honoris causa- hanno rivelato alcuni fattori essenziali dell’immunità innata e delle interazioni fra l’organismo e il suo ambiente, sono stati e saranno importanti per il futuro delle ricerche sul sistema immunitario.

     

“Oggi – ha evidenziato il Rettore Giovambattista De Sarro – è un giorno importante per il nostro Ateneo perché la nostra comunità accademica cresce e si arricchisce, grazie alla preziosa testimonianza scientifica del Prof. Beutler che rappresenta uno dei genetisti ed immunologi più eminenti nel panorama mondiale. La nostra Università – ha proseguito il Rettore Giovambattista De Sarro – continua a mostrare i frutti di un lavoro che prosegue ad alti livelli nel campo della ricerca, e che riesce ad offrire importanti opportunità ai giovani che decidono di formarsi e fare ricerca, qui in Calabria, nella propria terra”. In apertura di cerimonia il Rettore Giovambattista De Sarro ha letto il messaggio pervenuto dal Ministro della Salute Roberto Speranza che ha espresso apprezzamento per l’iniziativa di conferimento della laurea honoris causa al Prof. Beutler, “uno scienziato moderno e lungimirante che, con il suo straordinario ed innovativo lavoro, ha compiuto grandi passi nell’ambito delle ricerche sul sistema immunitario”.

Dopo i saluti del Rettore dell’Università Magna Graecia di Catanzaro, Prof. Giovambattista De Sarro, il Prof. Giuseppe Viglietto, Presidente del Senato Accademico e Ordinario di Patologia Generale e Direttore del Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro, ha presentato i rilevanti aspetti sperimentali degli studi condotti dal Prof. Beutler soffermandosi sul valore importante delle ricadute in ambito clinico e sociale di questa sua incessante attività di ricerca: “per la ricerca – ha ricordato il Prof. Viglietto – occorre passione, curiosità di fare qualcosa di importante e capacità di guardare oltre il limite”. La “laudatio”, invece, è stata tenuta dal Prof. Michele Carbone, Ordinario di Anatomia Patologica presso l’Ateneo di Catanzaro.

“E’ ovvio che Bruce Beutler – ha spiegato il Prof. Michele Carbone – è uno scienziato che ha fatto e continua a fare moltissimo per la ricerca medica. Ma quello che il suo curriculum non può dire è quello che impari solo frequentando Bruce Beutler, e cioè che Bruce è una persona sensibile, onesta, per bene, con cui è un piacere condividere il lavoro, una conversazione, cena, o viaggio che sia. La sincera cortesia, umanità, garbo, con cui si rivolge a studenti, giovani ricercatori o a colleghi famosi, o alla gente comune che incontra nella vita di tutti è giorni, è sempre la stessa per tutti, un esempio da seguire. Sono onorato per questo di poter presentare alla nostra comunità accademica il premio Nobel Bruce Beutler, lo scienziato che ha scoperto come si attiva il sistema immunitario”.

“Bruce Alan Beutler, è nato a Chicago, il 29 dicembre 1957, si è laureato in medicina e chirurgia presso la Medical School dell’University of Chicago (1981). Dal 1981 al 1983 Beutler ha continuato la sua formazione medica presso il Southwestern Medical Center dell’Università del Texas a Dallas, presso il Dipartimento di medicina interna e presso il Dipartimento di Neurologia. Tra il 1983 e il 1985 dopo aver vinto una borsa post-dottorato alla Rockefeller University ha lavorato nel laboratorio di Anthony Cerami. È diventato assistente medico presso il Rockefeller University Hospital tra il 1984 ed il 1986. Beutler è tornato successivamente a Dallas come assistant-professor presso il Dipartimento di Medicina Interna del Southwestern Medical Center dell’Università del Texas, dove ha mantenuto una posizione per i successivi 14 anni.

È diventato poi professore associato nel 1990 e professore nel 1996. Nel 2000, Beutler si é trasferito al The Scripps Research Institute di La Jolla, in California, come professore nel Dipartimento di Immunologia. Nel 2007 è diventato presidente del dipartimento di genetica presso Scripps Research Institute. Nel 2011, Beutler è poi tornato all’Università del Texas presso il Southwestern Medical Center per diventare direttore del Center for the Genetics of Host Defense. Il 4 ottobre 2011, Beutler è stato nominato professore ordinario del Southwestern Medical Center dell’Università del Texas. Ed oggi la sua carriera professionale si è arricchita con la laurea honoris causa in Medicina e Chirurgia conferita dall’Università Magna Graecia di Catanzaro.

Fonte