Torna ‘Settembre al Parco’ con musica, cultura e cabaret

Bruno risponde a Mascaro

Un cartellone importante, caratterizzato dalla presenza di grandi nomi della musica italiana, da facce note della scena cabarettisca e da quella dei talenti locali. “Settembre al Parco-Naturart 2018” torna dopo un anno di assenza e lo fa nel migliore dei modi, anche grazie al supporto della Regione Calabria, con i fondi destinati alla cultura. Dal 7 al 21 settembre, il Parco della Biodiversità sarà la location che ospiterà non solo eventi musicali, ma anche spettacoli teatrali, di cabaret, di cultura, mostre fotografiche, iniziative sportive e tanto altro. Il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, durante la conferenza stampa della kermesse (moderata da Maria Rita Galati), avvenuta presso la Sala delle Culture “Calderazzo” ha espresso tutta la sua soddisfazione per aver riportato la grande manifestazione di musica, arte e cultura nel polmone verde della città: “Sono molto contento perché Catanzaro ritorna ad avere una straordinaria manifestazione. Intorno a questo evento abbiamo c’è il coinvolgimento di centinaia di associazioni e di artisti di ogni campo. Si tratta di una kermesse, conosciuta dalla città, volta a valorizzare, altresì, il Parco della Biodiversità. Segnalo con particolare attenzione la giornata di martedì 11 settembre, dedicata all’accoglienza, alla solidarietà, con la presenza di Mimmo Lucano, sindaco di Riace e tanti altri ospiti. Il Parco -conclude Bruno – sarà rilanciato come laboratorio di spettacolo, cultura e arte”. Presenti anche Rosetta Alberto e Massimo Fotino, rispettivamente direttore del Parco e direttore della manifestazione.

L’incontro con i media ha registrato anche la breve esibizione dell’artista senegalese Boto Cissokho, meraviglioso nel suonare la kora, uno degli strumenti più famosi della cultura dell’Africa occidentale. Tra gli appuntamenti musicali, spiccano quelli dell’Orchestra di Piazza Vittorio (11 settembre, unica data in Italia), degli Avion Travel (12 settembre), della “Notte della Cover (13 settembre), di Eugenio Finardi (14 settembre) e Noemi (15 settembre). Per chi ama il jazz, la manifestazione offre una varietà di scelta. Si parte con i “Camera Soul” (16 settembre), che precederanno “Daria Bianciardi Quartet” (17 settembre) e “Contaminazioni Duo” (18 settembre). Per chi ama il cabaret, appuntamento con le esibizioni del simpatico Enzo Colacino, dal 12 al 15 settembre. Ma “Settembre al Parco-Naturart”, non è solo musica e risate. Protagonista sarà anche il teatro, con compagnie locali e regionali molto importanti. L’11 settembre sarà la volta di “Farm” poi, a seguire, “Compagnia teatrale Eschilo” (16-17 settembre), “Teatro Hercules” (18 settembre), “Teatro Incanto” (19 settembre), “Acli Nuova Scena” (20 settembre), la “Scuola di teatro Enzo Corea”. L’interessante manifestazione, proprio per soddisfare tutti, dagli anziani ai bambini, sarà arricchita dalla “Festa del Volontariato” (9 settembre), “Visioni Urbane” (dal 12 al 16 settembre), la “Città nella Città” (dal 12 al 15 settembre), laboratori didattici (dal 12 al 18 settembre) ed escursioni naturalistiche (12-17-19 settembre). Per chi volesse avere informazioni dettagliate sugli eventi, è possibile visitare la pagina Facebook “Settembre al Parco 2018- NaturArt”.

Intanto, sempre sulla kermesse che inizierà tra pochi giorni, è arrivata la risposta dell’Amministrazione provinciale nei confronti di Paolo Mascaro. L’ex primo cittadino di Lamezia Terme, infatti, si era lamentato della scarsa considerazione della Provincia di Catanzaro per l’organizzazione delle manifestazioni settembrine nella città della Piana. “Prima di tutto “Settembre al Parco”-recita la nota- è un evento storicizzato che viene finanziato dalla Regione Calabria partecipando ad un bando: per poter partecipare, quindi, le manifestazioni culturali devono essere realizzati nello stesso posto e con le stesse caratteristiche per almeno tre anni”. Nello stesso comunicato, Palazzo di Vetro sottolinea l’importanza dei finanziamenti regionali, fondamentali per continuare a sopportare i costi delle iniziative a partire dal 2006. L’Amministrazione provinciale -infine- ricordando la grande attenzione alle problematiche dell’edilizia scolastica del Lametino, ha rivolto un invito allo stesso Mascaro a partecipare alla kermesse settembrina.