Mattia Preti, app su Google Play per l’artista e la sua Taverna

File source: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Preti_mattia_autoritratto.jpg

Chi l’ha detto che la cultura si può respirare solo tra i vecchi e polverosi volumi di una biblioteca? E’ arrivato il momento di dire che questo concetto è ormai superato. Nel nostro presente tecnologico e multimediale molte conoscenze si possono apprendere anche usando, in tutta comodità, il proprio smartphone e le applicazioni da questo supportare. Come quella  – disponibile da oggi su Google Play –  che potrà comparire con un semplice click sulla vostra home page e che ha la finalità di invitare l’utente alla scoperta di Taverna, e delle opere d’arte del pittore Mattia Preti. L’app gratuita e multilingue, adatta ai sistemi android, si chiama “Questo è il mio paese”.  Attraverso un virtuale tour turistico, permette di conoscere meglio il borgo catanzarese che, oltre a custodire uno scrigno di opere del Cavaliere calabrese, tra i maggiori artisti del seicento, apre al “visitatore” una finestra sui tesori naturalistici dell’altopiano silano e fornisce informazioni utili sul territorio. Una guida digitale, dunque, che consente di rendere fruibili contenuti di grande interesse culturale, e di conoscere curiosità legate al posto come quelle gastronomiche,  sfruttando semplicemente la disponibilità di un dispositivo mobile. Accendere i riflettori sul patrimonio artistico e naturale del proprio paese in maniera originale è stato l’intento che ha mosso le  ideatrici del progetto, Claudia e Maria Emanuela Tarantino, entrambe convinte del grande potenziale di cui dispone Taverna.
“L’obiettivo dell’app, che sarà in continuo aggiornamento – spiegano – è quello di mostrare al turista una realtà dai mille volti: il verde dei boschi, i percorsi per gli appassionati di trekking e per gli amanti delle escursioni, la bellezza del Parco Nazionale della Sila. L’app informa inoltre sulle strutture ricettive e i ristoranti dove si possono gustare i piatti del territorio, include gli eventi culturali e religiosi, il meteo e propone itinerari. Presente anche una sezione dedicata all’artigianato locale”.

Ros. Merc.