Festival d’Autunno 2018, artisti famosi e ‘alma brasileira’

È il Brasile il tema centrale del Festival d’Autunno, l’importante kermesse presentata questa mattina, presso la Sala Giunta della Camera di Commercio di Catanzaro, dal direttore artistico Antonietta Santacroce. E proprio l’omaggio “Alma brasileira” è il titolo scelto per racchiudere il significato della manifestazione, giunta alla sua XVI edizione che si snoderà dal 30 agosto all’8 novembre. Quattro gli eventi importanti, i quali si terranno all’interno del Teatro Politeama. Si parte il 20 settembre con l’atteso concerto di Loredana Bertè. Il 6 ottobre, invece, toccherà a Toquinho, noto cantante brasiliano di origini italiane, esibirsi di fronte al pubblico catanzarese, e non solo. Il 27 ottobre, Sergio Cammariere porterà il suo stile ancorato al jazz, il quale precederà il pianista Stefano Bollani che l’8 novembre chiuderà la manifestazione con Que Bom, il nuovo progetto dedicato al grande amore per le sonorità brasiliane.

Un cartellone di rilievo come ha affermato Antonietta Santacroce: “Si tratta – ha proseguito – di eventi unici per la Calabria: una grande opportunità per ascoltare dal vivo mostri sacri del panorama musicale italiano e internazionale”.  

 La XVI del Festival d’Autunno non sarà solo dedicata al ritmo, ma anche alle master class, alle visite guidate nei luoghi storici della città ed a tante altre novità. L’obiettivo è quello di creare una sorta di parallelismo tra il Brasile e la Calabria, valorizzando le bellezze cittadine. Ad aprire il Festival, il prossimo 30 agosto, un concerto gratuito che si terrà nel chiostro del Complesso Monumentale del San Giovanni. Protagonista l’EfeitoBrasil Trio