Concerto di Steve Hackett al Festival d’Autunno

Steve Hackett, il leggendario compositore e chitarrista dei Genesis ha aperto la 14°esima edizione del Festival d’autunno, con lo special acoustic tour, dal titolo “Off the beaten track “, regalando la magia pura e limpida di un viaggio musicale a metà tra classico e popolare, tra sacro e profano, grazie a quell’inconfondibile stile post romantico e impressionista, che è stata una delle caratteristiche principali della storica band inglese, guidata prima da Peter Gabriel e poi da Phil Collins.

Il grande fondale, dallo spazio nero, non basta a contenere quel fiume placido ma determinato di armonie e melodie, in cui la sua sublime chitarra si accompagna ai virtuosismi delle tastiere di Roger King e agli intriganti fiati del poliedrico Rob Townsend.

Da Horizons, Blood on the Rooftops, ai grandi successi da solista come Jacuzzi, Hackett ripercorre una carriera lunga 45 anni, per approdare al suo omaggio all’Italia e, in particolare Pompei, con “House of the Faun”, ispirato alla Casa del Fauno dell’antica città ed eseguito dal vivo per la prima volta.

Un live che tocca note diverse ma che ha sempre al centro, la musica e le spettacolari atmosfere create da uno straordinario poeta della melodia; in un’epoca in cui la fantasia è stata realmente al potere.