Catanzaro, lunedì presentazione di “Ritorno alla vita. Conoscere, prevenire, sconfiggere il tumore”

Il ruolo svolto dalle amministrazioni locali è sempre più importante nel contrasto alle neoplasie ed è al centro del volume “Ritorno alla vita. Conoscere, prevenire, sconfiggere il tumore” che sarà presentato lunedì 7 ottobre, alle ore 18, presso la sala concerti di Palazzo dei Nobili. Il libro, promosso dalla Fondazione Insieme contro il Cancro, raccoglie alcune interviste a presidenti di Regione e sindaci, tra cui quella al primo cittadino Sergio Abramo interpellato in merito alle azioni avviate sul territorio per la tutela della salute e del benessere dei cittadini. All’incontro saranno presenti gli autori Francesco Cognetti, Presidente di Insieme contro il Cancro, e Mauro Boldrini, direttore comunicazione della stessa fondazione. Interverranno anche i docenti Piersandro Tagliaferri e Pierfrancesco Tassone, rispettivamente direttori Uoc Oncologia medica e Medicina traslazionale presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro.

Nel nostro Paese tre milioni e 460mila persone, il 6% della popolazione, vivono dopo la diagnosi di tumore, un numero in costante crescita. Circa il 40% dei casi può essere prevenuto seguendo stili di vita sani: no al fumo, dieta corretta e attività fisica costante. “La programmazione messa in campo dall’amministrazione comunale – sottolinea il sindaco Abramo – è mirata sempre più verso il potenziamento delle infrastrutture verdi e la rigenerazione inclusiva delle aree urbane. In questo contesto rientra anche la rete delle piste ciclabili che si estende in tutta la città, dalla collina fino al mare. Nell’ambito del sistema metropolitano è prevista la costruzione di una nuova pista di cinque chilometri in pianura, lungo l’attuale tracciato ferroviario, che collegherà la zona sud con il quartiere Lido, decongestionando il traffico specialmente durante la stagione estiva”.

     

La classifica di “Euromobility” ha posizionato Catanzaro tra le venti città che rispettano i limiti imposti dalla normativa riguardo all’emissione di polveri fini nocive alla salute. “Un dato – commenta Abramo – che conferma la qualità dell’aria che si respira nel Capoluogo. Fieri di questi risultati abbiamo inserito nel programma Agenda urbana una specifica linea per la promozione di energia pulita e per assicurare, al contempo, un crescente risparmio energetico. Per la cura e la prevenzione delle malattie oncologiche ci impegniamo in un dialogo costruttivo con le strutture sanitarie e il mondo del volontariato, sensibilizzando anche i più giovani sull’importanza di seguire corretti stili di vita. L’obiettivo è quello di riuscire ad offrire ancora maggiori garanzie per il benessere dei cittadini riconoscendo il ruolo di Catanzaro come città della salute e della ricerca scientifica”

© Riproduzione riservata.

Fonte