Alessandro Grande trionfa anche al Festival di Giffoni

Nuovo successo per 'Bismillah'

Altro riconoscimento per Alessandro Grande che, dopo il grande successo ai David di Donatello, vince anche il premio miglior cortometraggio Amnesty International al 48esimo Festival di Giffoni. “Bismillah”, il corto del regista catanzarese, che racconta la storia della piccola Samira con uno sguardo all’immigrazione, ha catturato l’attenzione di circa mille ragazzi, entusiasti nel poter vedere il corto e confrontarsi con Grande. Su più di 4mila partecipanti, il lavoro cinematografico è risultato l’unico corto italiano premiato alla celebre kermesse campana.

La motivazione del premio, conferito da Amnesty International, recita: “Per il tema di grande attualità in questo momento storico del nostro paese. Per la capacità di mettere in evidenza un aspetto diverso ma molto importante del fenomeno immigrazione, in modo che gli spettatori possano immedesimarsi nelle paure dei protagonisti per i quali anche l’accesso alle cure, un diritto basilare, è comunque un rischio. Per la tenacia della piccola protagonista che si fa carico con grande coraggio di responsabilità molto più grandi di lei”. Alessandro Grande, il prossimo 3 agosto, sarà ospite del Magna Graecia Film Festival.