Al via il MGFF, l’entusiasmo del red carpet (SERVIZIO TV)

Di Carnen Mirarchi –

Al via il Magna Graecia Film Festival nell’area portuale di Catanzaro Lido. Edizione che si apre con una fortissima partecipazione di pubblico..
Prima serata e prima passerella su un tappeto rosso che è ormai desiderato da attrici, attori e registi.
Il direttore artistico Gianvito Casadonte prima di affrontare il red carpert racconta questa edizione ricca di riflessioni sulla condizione umana. Il MGFF ormai è entrato nel cuore dei calabresi ed è diventato anche un modo per raccontare la parte più bella della nostra città e di una regione che moltissimi proprio attraverso questo festival conoscono.
Anche in questa edizione tantissimi attori percorreranno tra gli applausi questo red carpet da sogno.

     

I primi per questa stagone sono stati:
Gianvito Casadonte direttore artistico MGFF
Carolina Di Domenico presentatrice MGFF
Euridice Evita Axen attrice madrina MGFF
Isabella Ferrari  attrice
Marco Leonardi attore
Cristiano Anania regista de ” L’ Eroe ”
Cristina Donadio attrice de ” L.’ Eroe”
Marta Gastini attrice de ” L ‘ Eroe’

A Marco Leonardi e ad Isabella Ferrari sono state consegnate le “Colonne D’ oro” per la loro attività nel diffondere la cultura del cinema italiano del mondo.

Emozionata la presentatrice Carolina Di Domenico che torna al MGFF con tanta gioia e parla di “opere prime sempre di alto livello che Gianvito sa scegliere sempre bene .

Ieri sera il primo film in concorso.  Si tratta del ” L ‘ Eroe’ che racconta  do Giorgio, mediocre giornalista di provincia che si salva dal licenziamento indagando sul rapimento della nipote di una importante imprenditrice locale e scatenando una caccia al mostro. Un film che fa riflettere su quanto l ‘ essere umano possa arrivare a mentire per il successo e per uscire da un anonimato che a volte sta stretto . Un uomo buono che si trasforma in giornalista senza scrupoli.

Il Presidente di giuria ci ha infine svelato quello che sarà il parametro per la scelta del vincitore : ” Ascolteremo anche il.pubblico ed i loro applausi “.

Fonte