Al via II edizione del Festival Opera Necessaria

Se la prima edizione aveva stuzzicato i 5 sensi, quest’anno, vista, tatto, udito, gusto e olfatto saranno letteralmente scossi…

Partirà domani, sabato 15 giugno, la II edizione del Festival Opera Necessaria, il progetto disegnato e organizzato dall’associazione culturale Divina Mania – con la direzione artistica di Mauro Lamanna e Gianmarco Saurino e quella organizzativa di Pietro Monteverdi –  grazie al sostegno della Regione Calabria, in quanto rientrante tra gli interventi per la valorizzazione del sistema dei beni culturali e ambientali per la qualificazione e il rafforzamento dell’attuale offerta culturale presente in Calabria.

   

Educare al bello, partendo dalle nuove generazioni, e fondere origini e tradizioni del territorio calabrese con i nuovi linguaggi dell’arte contemporanea: sono gli obiettivi di Opera Necessaria.

Dal 15 al 29 giugno, tanti gli eventi che si terranno a Catanzaro per un’iniziativa che abbraccia il Teatro, l’Arte e la Musica, dividendosi in tre sezioni: Oscenica, Maieutica e Sonorica.

Oscenica è la sezione che ospiterà teatro e performances audiovisive. In scena ci sarà “Contro la libertà”, testo di Esteve Soler, autore tra i più importanti del giovane panorama europeo.

L’Accademia delle Belle Arti di Catanzaro proporrà dei cortometraggi d’arte, creati dopo un lavoro di ricerca e selezione di materiale audiovisivo in diversi archivi. I lavori saranno sonorizzati dal vivo, creando così, insieme al materiale recuperato che rischiava di scomparire, un’esperienza artistica nuova per lo spettatore. Un modo, questo, di recuperare la memoria storica contaminandola ai nuovi linguaggi.

Maieutica rappresenta le esperienze di formazione sui temi del festival.

Massimo Sirelli, artista di origine calabrese di fama ormai internazionale, guiderà il laboratorio “Un robot per amico-Storie speciali di oggetti quotidiani”, attraverso il quale giovani e bambini impareranno come riusare in modo creativo e artistico oggetti legati alla vita di tutti i giorni e, magari, logorati dall’uso e dal tempo e non più utilizzati.

Angelo Maggio, fotografo che da anni racconta la Calabria per immagini, terrà il laboratorio di fotografia “Chimma scatti” (espressione iconica del gergo catanzarese) nel quale si lavorerà su come trovare il proprio originale modo di raccontare per immagini  il territorio, utilizzando anche strumentazioni fotografiche di scarto, come vecchi telefoni, macchine fotografiche fuori moda, polaroid…

Sonorica è la grande novità di questa edizione: uno spazio dedicato alla musica contemporanea e sperimentazioni elettro-pop che ospiterà importanti nomi del panorama nazionale selezionati dal dj Fabio Nirta.

Quartier generale dei laboratori, delle proiezioni e delle performances musicali sarà il museo Marca.

Il Festival prenderà il via domani, alle ore 21, al Cinema Teatro Comunale con lo spettacolo “Contro la Libertà”, tratto dal testo dell’autore catalano Esteve Soler, le cui opere sono state tradotte in 17 lingue e messe in scena in paesi come Germania, Stati Uniti, Inghilterra, Svizzera, Grecia, Romania, Brasile e Messico.

Sul palco ci saranno i tre giovani e talentuosi Mauro Lamanna, Gianmarco Saurino ed Elena Ferrantini, reduci dal successo della prima nazionale portata in scena al Festival Primavera dei Teatri.

Sette quadri, sette storie, sette scene surreali che rappresentano i sette peccati capitali per un testo duro, violento, cinico, crudele, drammatico e allo stesso tempo grottesco, assurdo, sarcastico, diabolico che cerca di rispondere alla  domanda: che cos’è la libertà? In ognuno dei sette microcosmi in scena, l’idea di libertà si insidia nei pensieri dei personaggi e produce intensi cortocircuiti tra le visioni che essi hanno del mondo, in ogni suo ambito, dalla politica alla religione, dalla finanza all’arte, dai social media alle patologie dei millennials. Uno sguardo sul presente attraverso un caleidoscopio, che riesce a mostrarci porzioni di vita di uomini che vivono una lotta quotidiana tra il proprio senso di libertà, quello dell’altro e quello comune.

Finale speciale e meravigliosamente estivo per Opera Necessaria, sabato 29 giugno, con un concerto in versione acustica del cantautore calabrese, molto seguito e amato, Eman, che si esibirà nell’incantevole spiaggia della Baia di Caminia.

Opera Necessaria è organizzato in collaborazione con la Provincia di Catanzaro, la Fondazione Guglielmo e l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro.

 

 

PROGRAMMA

 

Sabato 15

Cinema Teatro Comunale

-Dalle ore 19.30 Aperitivo

-Ore 21.00 OSCENICA-Spettacolo “Contro la libertà”

 

Bar Il Comunale

-Dalle ore 22.30 SONORICA-Party

 

Lunedì 17

Museo Marca

-Dalle ore 18 alle ore 20 MAIEUTICA-Laboratorio di fotografia “Chimma scatti” con Angelo Maggio

 

Mercoledì 19 e giovedì 20

Museo Marca

-Dalle ore 18 alle ore 20 MAIEUTICA-Laboratorio “Un robot per amico-Storie speciali di oggetti quotidiani” con Massimo Sirelli

 

Venerdì 21

Museo Marca

-Dalle ore 18.30 MAIEUTICA E OSCENICA-Expo “Un robot per amico-Storie speciali di oggetti quotidiani”-Aperitivo in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier-Proiezione

-Dalle ore 22.30 SONORICA-Party con performance musicale

 

Sabato 22

Museo Marca

-Dalle ore 18 alle ore 20 MAIEUTICA-Laboratorio di fotografia “Chimma scatti” con Angelo Maggio

-Dalle ore 22.30 SONORICA-Party con performance musicale

 

Lunedì 24, mercoledì 26 e giovedì 27

Museo Marca

–Dalle ore 18 alle ore 20 MAIEUTICA-Laboratorio di fotografia “Chimma scatti” con Angelo Maggio

 

Venerdì 28

Museo Marca

-Dalle ore 19.30 MAIEUTICA E OSCENICA-Aperitivo-Expo “Chimma scatti”-Proiezione

-Dalle ore 22.30 SONORICA-Party con performance musicale

 

Sabato 29

Baia di Caminia

-Dalle ore 22.30 SONORICA-Eman acustic

Fonte