Volontariato in festa al Parco della Biodiversità

Domenica 9 settembre

È tutto pronto per la quinta edizione della Festa del Volontariato, in programma domenica 9 settembre presso il Parco della Biodiversità Mediterranea di Catanzaro. Un evento dedicato a tutti i cittadini, i quali, durante la giornata, sceglieranno a quale iniziativa aderire, tra giochi, raccontafiabe, laboratori di arteterapia e di creatività. Durante la giornata, gli stessi potranno svolgere percorsi in bicicletta, prendere parte alla presentazione del libro “Nonna, raccontaci” di Giovanna Vecchio, effettuare esami medici gratuiti, quali la Moc, grazie all’Avis, ed applaudire i bravissimi cantori dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti e la compagnia dei “Sognattori”.

Dunque, una giornata importante, divisa tra divertimenti, approfondimento culturale e confronto. All’interno della manifestazione saranno presenti più di 40 stand al servizio dei adulti e bambini. La Festa del Volontariato è stata resa possibile grazie ad una grande organizzazione corale di tutte le associazioni, orgogliosi di metterci il cuore per questo genere di eventi. Da ricordare anche l’importante ruolo del Centro Servizi al Volontariato della provincia di Catanzaro che ha messo a disposizione gli strumenti.

Alla conferenza stampa di presentazione, svoltasi nella sala del Musmi, moderata dall’addetta stampa del CSV Benedetta Garofalo, erano presenti, il presidente del CSV, Luigi Cuomo, Giulia Menniti, referente dell’area promozione del CSV del capoluogo, Lorenzo Di Napoli, presidente del Comitato di Gestione dei CSV della Calabria, Stefano Morena, direttore del CSV, il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, l’assessore alle Politiche Sociali dell’Amministrazione Comunale, Lea Concolino, ed il portavoce del Forum del Terzo Settore di Catanzaro e Soverato Peppe Apostoliti. A fare da cornice una sala gremita di partecipanti, attenti nell’ascoltare un concetto molto importante, riguardante il filo conduttore che lega i vari eventi, rappresentato dal pregiudizio, dallo stigma e dallo stereotipo. A tal proposito, come non ricordare la campagna di comunicazione realizzata dai ragazzi del Servizio Civile (giovedì 6 settembre ore 17 nella Sala Concerti di Palazzo De Nobili), nata per rappresentare il pregiudizio. Ma di pregiudizio si parla anche in “Nati in casa”, il film documentario che verrà proiettato venerdì 7 al Musmi alle ore 18 su proposta dell’associazione “Acquamarina”. Il mobbing di cui è oggetto la donna sul posto di lavoro, infine, sarà messo in luce in occasione della proiezione di “Nome di donna”, scelto da “Attivamente coinvolte”, sabato 8 sempre al Musmi.