Usura ed estorsione fra Vibo e Catanzaro, prescrizione per 9

Non luogo a procedere per intervenuta prescrizione. Si chiude così in Tribunale a Vibo Valentia, l’operazione “Caorsa” scattata nel 2008.

Operazione ad opera della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro e poi passata alla Procura ordinaria di Vibo dopo la caduta delle aggravanti mafiose nei reati di usura ed estorsione ai danni di un commerciante di Catanzaro.

Nove gli imputati che beneficiano della prescrizione. L’imprenditore di Catanzaro sarebbe stato costretto a corrispondere interessi ad un tasso del 200% annuo (15- 20% mensile). In un arco temporale che va dal 2001 al 2006, facendo lievitare un iniziale prestito di 51mila euro ad oltre 510mila euro.

     

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Fonte