Traffico di droga a Gimigliano: arrestato spacciatore

Domiciliari per un 35enne

I carabinieri della Stazione di Gimigliano hanno arrestato Andrea Caracciolo, di 35 anni, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di considerevoli quantità di sostanze stupefacenti del tipo hashish e marijuana. L’attività d’indagine, iniziata nell’ottobre 2017, aveva portato alla scoperta di un traffico di sostanze stupefacenti che stava prendendo piede a Gimigliano, nel catanzarese. In quell’occasione, i militari dell’Arma avevano sorpreso un giovane con oltre 50 grammi di marijuana addosso, deferendolo in stato di libertà.

Successivamente, l’ approfondita azione investigativa ha permesso ai carabinieri di documentare numerosi episodi di compravendita di marijuana ed hashish che avveniva nell’abitazione di uno spacciatore, originario di Catanzaro. Gli acquirenti, per sfuggire a qualsiasi sospetto, usavano vari escamotage, simulando l’acquisto di polli o immaginari saluti.

Dose Fast”, questo la denominazione dell’indagine, ha portato così a raccogliere elementi di colpevolezza a carico del citato Caracciolo, già noto alle forze dell’ordine per reati in materia di sostanze stupefacenti. Durante gli accertamenti dei mesi trascorsi, il giovane era già stato tratto in arresto insieme ad un altro soggetto, in quanto trovati in possesso di circa 3 kg tra marijuana ed hashish, oltre a 2000 euro in contanti. Nonostante ciò, l’indagato ha proseguito costantemente con l’attività di spaccio.

Il tutto ha costituito il fondamento probatorio grazie al quale il Tribunale di Catanzaro – ufficio GIP/GUP, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha emesso il provvedimento cautelare, eseguito con l’arresto del 35enne e la sua sottoposizione agli arresti domiciliari.