Terremoto: scuole chiuse anche domani nel Catanzarese

Scuole chiuse anche domani in alcuni centri della provincia di Catanzaro, interessati dalla scossa di terremoto di magnitudo 4.0. Il provvedimento è stato emesso dai sindaci per consentire il completamento degli accertamenti statici sulle strutture. E’ stato il Centro coordinamento soccorsi, riunito nella Prefettura di Catanzaro, a confermare la necessità di svolgere i controlli che interesseranno anche gli uffici pubblici, chiusi oggi insieme agli istituti scolastici.

Nel corso della riunione del centro coordinamento soccorsi, è stata confermata l’assenza di danni, ma la situazione è monitorata costantemente e una nuova riunione dell’organismo è già programmato per il pomeriggio. In tarda mattinata, una terza scossa di terremoto, di magnitudo 2.2, è stata registrata dall’Istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia alle 11.20, sempre con epicentro a Caraffa, confermando lo sciame sismico in corso.

     

Terremoto: scossa in Calabria, a Crotone chiuso liceo scientifico

La scossa di terremoto di magnitudo 4.0 registrata questa mattina nella provincia di Catanzaro è stata avvertita nettamente anche nel crotonese. Il sindaco di Petilia Policastro, Amedeo Nicolazzi, con propria ordinanza, ha disposto la chiusura del liceo scientifico Satriani che è attualmente ospitato in un vecchio palazzo del centro storico. La decisione è stata adottata, spiega l’ordinanza sindacale, poiché un’eventuale altra scossa “potrebbe compromettere la già precaria stabilità dell’edificio  in cui è ubicato il liceo scientifico in corso Giove detto Palazzo Castagnino, struttura ormai vetusta, con grave pericolo per l’incolumità di alunni, insegnanti e personale scolastico”. La chiusura è stata disposta solo per la giornata di oggi per consentire verifiche sull’edificio scolastico

© Riproduzione riservata.

Fonte