Tenta di abusare di una donna minacciandola con un coltello

I Carabinieri di Lamezia Terme arrestano un marocchino

I Carabinieri di Lamezia Terme hanno arrestato un marocchino di 34 anni per tentata violenza sessuale e minaccia aggravata.

I militari dell’Arma, durante un servizio di controllo in via Zuccherificio, in località Sant’Eufemia, nel Catanzarese, hanno notato una giovane donna rumena che chiedeva aiuto nei pressi di un edificio abbandonato.

Dopo averla tranquillizzata ed aver rapidamente intuito cosa fosse successo i Carabinieri, supportati da un’altra pattuglia immediatamente intervenuta, facendo irruzione nel vecchio immobile hanno trovato B.T., marocchino, irregolare. A pochi metri dal giovane vi era anche un coltello a serramanico. Il racconto della donna e i successivi accertamenti fatti presso l’ospedale, hanno fatto luce sull’accaduto.

Vittima ed aggressore, insieme ad altri soggetti stranieri senza fissa dimora conosciuti durante il viaggio in treno per raggiungere Lamezia, avevano trovato riparo all’interno del già menzionato stabilimento abbandonato. L’uomo, però, sorprendendo la donna nel sonno ha dapprima aggredito la stessa con un pugno nello stomaco e poi, sotto la minaccia di un coltello, tentato di violentarla. Il giovane straniero, pertanto, dopo l’arresto è stato tradotto presso la casa circondariale di Catanzaro.