Stalking, assolta donna di 50 anni

In data 19.06.2019 il Tribunale di Catanzaro ha assolto la cinquantenne I.S., difesa dall’Avv. Antonio Ludovico del Foro di Catanzaro, dal reato di stalking ai danni di R.S. uomo sposato nei confronti del quale avrebbe con condotte reiterate consistite in continui invii di messaggi di testo e telefonate verso l’utenza mobile in uso allo stesso, ad ogni ora del giorno e contenenti insistenti dichiarazioni d’amore con pedinamenti e appostamenti anche sotto casa, nonché minacciandolo che se l’avesse abbandonata si sarebbe tolta la vita, che se non avesse telefonato avrebbe detto alla moglie che avevano una relazione sentimentale, che non lo avrebbe lasciato in pace se non avesse fatto un figlio con lei, lo costringeva a non vivere una vita familiare serena, molestandolo e perseguitandolo, ingenerando nello stesso un continuo stato di ansia e paura tanto da influenzarlo nei propri spostamenti.

Ebbene il Tribunale, nonostante il pesante capo di imputazione ha ritenuto di assolvere l’imputata da tale condotta, pur condannandola alla pena di mesi 4, con concessione delle circostanze attenuanti generiche, in relazione ai residui capi di imputazione, ovvero per violazione di domicilio, minaccia e lesioni ai danni dei due coniugi, difesi dall’Avv. Antonio Chiarella costituitisi parte civile, all’interno della cui abitazione si sarebbe introdotta la stessa contro la volontà delle persone offese, minacciando in particolare la moglie e cagionandole una ferita al capo dopo averla afferrata per i capelli con violenza.

 

Fonte