Si rompe giuntura idrica: allagata la Biblioteca del Liceo Classico

Oltre 300 mq di locali adibiti a Biblioteca ed Auditorium sono stati completamente invasi dall’acqua

 


Vigili del Fuoco del Comando Provinciale e tecnici dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro sono intervenuti nei locali della biblioteca provinciale ubicata nella sede del liceo classico di Catanzaro “P. Galluppi”, che questa mattina presto è stata interessata da un allagamento.

L’acqua è fuoriuscita nella parte inferiore dell’immobile in seguito alla rottura di una giuntura dell’impianto idrico, dovuto ad un problema di pressione.

Oltre 300 mq di locali adibiti a Biblioteca ed Auditorium sono stati completamente invasi dall’acqua che in una stanza situata nel seminterrato ha raggiunto circa un metro di altezza.

E’ stato necessario l’intervento dei Vigili del fuoco per permettere l’aspirazione dell’acqua introdotta che ha raggiunto altre parti dell’immobile senza creare danni.

I lungo lavoro è stato dedicato al ripristino dello stato dei luoghi con utilizzo di motopompe e pompe sommerse di aspirazione nonché al recupero di beni e di testi antichi.

Sul posto si sono recati immediatamente tecnici e referenti del Settore Edilizia scolastica dell’Ente intermedio, diretto dall’architetto Pantaleone Narciso, che hanno verificato le condizioni dei locali interessati dall’allagamento, alla presenza di idraulici ed elettricisti che hanno controllato le condizioni dell’impianto elettrico ed idrico.

Proprio per motivi si sicurezza, è stato ritenuto opportuno non far svolgere le lezioni alle sezioni dell’Istituto di istruzione superiore “De Nobili” ubicate in prossimità della biblioteca provinciale, mentre le lezioni si sono svolte regolarmente nel resto del liceo classico dove però è stata interrotta l’erogazione di acqua per consentire gli interventi necessari sull’impianto idrico.

Si registra, infine, il sollevamento di parte della pavimentazione della biblioteca, così come purtroppo l’acqua non ha risparmiato i libri, alcuni volumi  risultano in parte danneggiati.

Danni anche a mobili e computer.