Sequestro beni per oltre 1,5 mln a imprenditori nel Catanzarese

Beni per oltre 1,5 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Catanzaro dopo la condanna della Corte dei conti per una truffa ai danni dell’Unione europea.

L’operazione è stata condotta dal nucleo di polizia economico-finanziaria dekke fiamme gialle, su disposizione della procura regionale della Corte dei conti per la Calabria che ha sequestrato 16 beni immobili (terreni, fabbricati ad uso abitativo e capannoni industriali), conti correnti e attività finanziarie per un valore di 1.552.719,87 euro nei confronti di una società di capitali, in provincia di Catanzaro, operante nel settore farmaceutico e dei suoi rappresentanti legali di fatto e di diritto pro-tempore (rispettivamente, padre e figlio).

     

Fonte