Sequestrati fuochi pirotecnici per festa nel Catanzarese, due denunce

Nell’ambito dei servizi ispettivi disposti del Questore di Catanzaro, d.ssa Amalia Di Ruocco, per il monitoraggio, verifica e controllo dei siti ove si svolgono spettacoli pirotecnici, con finalità di prevenzione e repressione degli illeciti e per la verifica della regolarità e del rispetto delle misure di sicurezza per l’incolumità pubblica e privata, nell’uso dei materiali esplodenti di genere pirotecnico, personale del Nucleo Regionale Artificieri ha denunciato due soggetti per il reato di trasporto abusivo di materiale esplodente L’operazione si è svolta lo scoro lunedì nel territorio di Maida (CZ) ove era previsto uno spettacolo pirotecnico in occasione dei festeggiamenti religiosi. Giunti sul luogo, gli Agenti constatavano che non era presente ancora nessuna ditta e/o impresa pirotecnica.

Dopo aver compiuto una perlustrazione del territorio comunale volta all’individuazione di eventuali modifiche e variazioni del sito di sparo, i poliziotti prendevano una posizione d’osservazione, sulla strada prossima alla location della manifestazione, dalla quale dopo non molto, notavano transitare un furgone FIAT Scudo di colore bianco. Il mezzo è stato fermato e dopo l’identificazione dei due soggetti occupanti, si procedeva al controllo del veicolo riscontrando trasportava diversi colli contenenti materiale esplosivo di genere pirotecnico, in relazione al quale il conducente L.C., campano di 27 anni, e il passeggero e proprietario del veicolo, C.D , della provincia di Vibo Valentia di 67 anni, pur essendo autorizzati all’esecuzione dello spettacolo pirotecnico, erano privi della licenza al trasporto di materiale pirotecnico (licenza di Polizia rilasciata dalla Prefettura competente).

     

Inoltre, dalla documentazione esibita, i poliziotti rilevavano che la tipologia e la quantità di materiale esplodente non corrispondevano a quanto autorizzato nella licenza per l’accensione dei fuochi artificiali dal Sindaco del luogo. I poliziotti, pertanto, procedevano al sequestro del materiale pirotecnico illegalmente trasportato, del peso lordo complessivo di 160 kg. L. C. e C. D. sono stati denunciati, in stato di libertà, all’Autorità Giudiziaria per rispondere del reato di trasporto abusivo di materiale esplodente.

Redazione Calabria 7

Fonte