Sellia Marina, Ferrarelli: “Pineta, una vicenda gestita male”

«Non si doveva arrivare a tanto!». Sono queste le parole con cui il candidato a sindaco per la lista “Sellia Marina Domani”, Antonio Ferrarelli ha commentato la vicenda relativa all’ultima sentenza della Corte d’Appello, la quale ha assegnato la proprietà di 15 ettari di pineta del comune di Sellia Marina (Cz) a quello di Sellia. «Come opposizione abbiamo sempre chiesto, inascoltati, che si privilegiasse la strada del dialogo. E bisognava fare tutto il possibile, per evitare polemiche, incomprensioni e carte bollate, nonché la perdita di una gran quantità di tempo e di energie che andavano impegnati per fare chiarezza, mettere ordine, insomma governare efficacemente un’area che per Sellia Marina costituisce maggior parte della sua politica turistica – ha dichiarato -. Con questa sentenza, che conferma quella di primo grado, c’è da prendere atto di negligenze e sottovalutazioni amministrative che, al di là della questione giuridica, lasciano a Sellia Marina da gestire una bella patata bollente. Il rammarico forte è che se l’Amministrazione locale della nostra cittadina avesse anteposto alle usuali supponenze che l’hanno contraddistinta in questi cinque anni, gli interessi generali e l’esigenza del pubblico, che in quel tratto ha fatto ingenti investimenti, e dei privati, imprenditori o semplici cittadini, a trovare nel dialogo proficuo le giuste soluzioni, non ci troveremmo a questo punto. Accolgo positivamente, tuttavia, l’apertura al dialogo che avverto nel commento dell’amico sindaco di Sellia Davide Zicchinella che mi propongo di incontrare al più presto. E soprattutto accolgo il suo appello alla responsabilità! Dobbiamo impegnarci. E lo farò prioritariamente se i miei concittadini mi daranno la fiducia per farlo, subito dopo il voto di maggio, per rendere possibile, in stretta collaborazione con il Comune di Sellia, la fruizione di questa importante pineta in coerenza con l’urgenza di tutte le realtà di questa parte dello Ionio, sia di quelle della costa che dell’entroterra, di fare rete con l’obiettivo di assicurare crescita e sviluppo alle nostre collettività. Questa parte della Calabria ha tradizioni, cultura, beni ambientali e dispone di tantissime risorse umane talentuose, specie fra i nostri giovani, per aprire una nuova stagione e lasciarci alle spalle un passato che si è quasi ostinato a dividere, invece che adoperarsi per unire gli sforzi e fare politiche sagge e lungimiranti».

Nella foto Antonio Ferrarelli

Redazione Calabria 7

Fonte