Scuole al freddo: perché il riscaldamento non funziona?

Situazione difficile in molti plessi

Il gelo che sta colpendo l’Italia si sta facendo sentire soprattutto nelle scuole del capoluogo. Sui social, ormai diventati sfogatoio di qualsiasi problema, le proteste dei genitori sono all’ordine del giorno, per una situazione diventata difficile nelle ultime ore. Termosifoni spenti, professori e studenti costretti a seguire le lezioni al freddo, ma nessuna soluzione. Malgrado l’apertura delle scuole dopo le lunghe vacanze natalizie, chi di dovere non ha verificato il corretto funzionamento degli impianti termici, evidentemente non conformi per sopportare le bassissime temperature di questo periodo. Ma c’è di più. Come denuncia il Codacons, all’I.C. “Casalinuovo”, a causa di un tubo rotto, genitori hanno preferito riportare a casa i propri figli. Come in un qualsiasi Paese del terzo mondo. Problemi si sono registrati anche nelle scuole di Santo Janni, di Siano (via Ferdinandea) e alla “Mattia Preti” mentre alla scuola primaria “Gagliardi” e all’I.C. “Patari-Rodari” l’impianto di riscaldamento non ha funzionato alla perfezione non raggiungendo le temperature adeguate per riscaldare le ampie aule. L’ultimo episodio in ordine di tempo, infine, riguarda la scuola elementare di località Murano, nel quartiere Lido, dove i termosifoni, stando ad una segnalazione di un genitore, erano spenti.

Una situazione difficile da commentare e che ci riporta indietro con gli anni quando, a causa dei numerosi conflitti, le scuole italiane erano prive di riscaldamenti. Adesso, nel 2019, lo studio ai giovani viene garantito al freddo, con il rischio di ammalarsi. Come scrive il consigliere comunale, Eugenio Riccio, le tasse vengono puntualmente pagate, ma i cittadini meritano di avere in cambio servizi del genere? Intanto, speriamo che la situazione possa tornare alla normalità al più presto per scongiurare altre proteste e per far studiare i giovani catanzaresi al caldo, senza il pericolo di coprirsi fino alla testa.

Foto repertorio dal web