Scoperte 5 serre con circa 42mila piante di cannabis

Arrestato un 60enne

Nelle scorse ore, C.A., di 60 anni, incensurato, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Girifalco per illecita coltivazione di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente. L’uomo, originario di Maida, nel catanzarese, è stato sorpreso dai militari della Stazione di Curinga, coadiuvati da quelli del Nucleo Operativo, mentre stava per irrigare piante di cannabis coltivate in varie serre ubicate in località “Mucata”, tra Lamezia Terme e Acconia di Curinga.

In particolare, i Carabinieri hanno focalizzato l’attenzione su un’azienda agricola, di proprietà dello stesso 60enne, protagonista di “movimenti sospetti”, immediatamente notati dai militari. I sospetti di quest’ultimi sono risultati fondati, in quanto all’interno di tre, delle cinque, serre sono state rinvenute 41660 piante di cannabis di varie dimensioni.

Il soggetto, successivamente bloccato e sottoposto a perquisizione personale, è stato anche trovato in possesso di un dispositivo elettronico volto a captare l’eventuale presenza di microspie e telecamere.

L’uomo, così, è stato tratto in arresto per illecita coltivazione dell’ingente quantitativo di sostanza stupefacente e, su disposizione del PM di turno della Procura di Lamezia Terme, trasferito al carcere di Catanzaro nel quale si trova tutt’ora in attesa della convalida dell’arresto da parte del GIP.