Sanità, Costanzo: “Concorsi Pugliese-Ciaccio bloccati, siano aggiornati elenchi direttori”

“È inaudito! Con le emergenze che tutti conoscono, dovute alla gravissima carenza di medici negli ospedali, molte aziende sanitarie ed ospedaliere non riescono a concludere i concorsi già autorizzati – per i quali sono state anche espletate le relative pubblicazioni – perché la struttura preposta del Dipartimento regionale non aggiorna gli elenchi dei direttori delle Strutture Complesse regionali, condizione essenziale per procedere al sorteggio delle commissioni di esame.” Lo afferma in una nota Sergio Costanzo, Capogruppo di “Fare per Catanzaro” “È notorio a tutti. Siamo in presenza di una gravissima mancanza di specialisti che non può essere sanata in alcun modo se non attraverso nuovi concorsi e nuove assunzioni. Ai parlamentari calabresi e al nuovo Ministro alla sanità chiediamo quindi con forza di attivarsi in tal senso perché la Calabria non può continuare ad essere fanalino di coda anche nelle assunzioni di medici e specialisti. In una regione ampiamente penalizzata negli ultimi anni non è più accettabile che un concorso pubblico non possa essere espletato per il mancato aggiornamento di questi elenchi. Qualcuno si giustifica asserendo di non aver ricevuto le dovute risposte da parte della Aziende Sanitarie ed ospedaliere alle quali sono stati chiesti i nomi dei Direttori di Struttura Complessa per singole branche specialistiche. Se questo è vero, invitiamo chi di competenza a diffidare le Aziende perché il mancato invio dei nomi si traduce – di fatto – in un gravissimo danno collettivo , con centinaia di pazienti che sono costretti a migrare verso altre strutture ex regionali. Relativamente all’Azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio”, la cui carenza di medici è arcinota, i concorsi da espletare per dirigenti medici sono ben sei e riguardano branche di altissima specialità come Neurochirurgia, Medicina di Accettazione e d’Urgenza, Reumatologia, Malattive Infettive, Otorinolaringoiatria e Chirurgia Plastica. Sono concorsi già autorizzati che potrebbero essere conclusi entro poche settimane, con decine di candidati che attendono soltanto che l’Azienda “Pugliese-Ciaccio” sorteggi le commissioni di esame e dia inizio all’espletamento delle prove selettive. Una situazione assurda per la qua le chiediamo l’impegno di tutti”. Redazione Calabria 7

Fonte